Dag Nasty: Wanting Nothing - Recensione e video su HVSR.net
Cerca
Tracce
Longform
Umani
About
Punk prima di te

Dag Nasty

Wanting Nothing

Nel 1986 i Dag Nasty esordirono con Can I Say, in pratica il prototipo quasi perfetto dell’hardcore melodico (tuttora un disco fenomenale). Quest’anno la band di Washington ha riportato in giro per il mondo le sue canzoni, compresa una data al Bloom di Mezzago per pochi fedeli. Siccome non volevano passare per vecchi scoreggioni che fanno solo la reunion «prendi i soldi e scappa», hanno ben pensato di pubblicare anche un singolo con due pezzi inediti. Per gli appassionati della scena, una piccola chicca con tutti gli elementi giusti al proprio posto: la formazione originaria, gli Inner Ear Studios, i produttori Don Zientara e Ian MacKaye, l’etichetta Dischord Records… Cosa più importante, il chitarrista Brian Baker – da oltre vent’anni a servizio dei Bad Religion – ha dimostrato di possedere ancora un tocco compositivo esemplare. È una frase fatta, lo sappiamo, ma corrisponde al vero: gruppi così fighi non ne escono più.

HVSR per posta: