Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Vince Staples: MHM
Sono il migliore, che ci volete fare?
↤ Tracce

Prolifico ma non prolisso.

Vince Staples
MHM

Vince Staples è una garanzia da sempre: difficile trovare colpi a vuoto nella sua discografia, e pure questo omonimo (breve) album non fa eccezione. Oltre alla costanza qualitativa, c’è pure da dire che anche in quanto a capacità di rinnovarsi il rapper di Compton non ha mai difettato. Perché se cazzimma e killer flow non sono mai stati un problema, a questo giro troviamo uno Staples così rilassato, preso bene e immerso in un piglio laid back come non l’avevamo mai sentito.

Merito anzitutto delle produzioni del sodale Kenny Beats, che sostanzialmente smarmella tutto il disco in beat estivi e crepuscolari, stortissimi ma mai cervellotici. Il tappeto ideale su cui poggiare il flow (spesso narcolettico) del protagonista – sentire un pezzo come LAW OF AVERAGES per credere. Ecco quindi che abbiamo tra le orecchie un caleidoscopio di tracce molto lente e compassate rispetto agli standard precedenti, per un disco perfetto da mettere in macchina guidando verso un tramonto estivo, blunt in mano e scazzo nel cuore.

Non che manchi pure stavolta la hit assassina (sulla scia di bangers passate come Norf Norf o FUN!), disciplina che alla fine resta la specialità di casa Staples: stiamo parlando della conclusiva MHM, synth eerie il giusto e bassone cicciotto e massaggiante, boom-bap stagliuzzato e ritornello che non lascia superstiti. Noi lo diciamo da un po’: il signore qui è tra i 4-5 rapper migliori al mondo.

Luca Roncoroni
Luca Roncoroni

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

 

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

E se ti abbonassi?
Pensiamo che un altro giornalismo musicale, non basato esclusivamente su news copia-e-incolla e comunicati stampa travestiti da articoli, sia possibile. Noi, almeno, ci proviamo. Per questo in molti hanno scelto di sostenerci: perchè non lo fai anche tu?
.