Tracce 

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Storie 

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.
Shannon Lay: Rare to Wake
Tremate, tremate: le fate son tornate
↤ Tracce

La foresta è incantata, ma puoi comunque trovare un sentiero.

Shannon Lay
Rare to Wake

Quella che Shannon Lay dipinge è una tela impressionista, fatta di contorni sfocati, estremamente ricca di colori e sfumature. È una favola che mescola romanticismo e malinconia e racconta il potere della metamorfosi: «Il cambiamento è una costante in ogni aspetto della nostra esperienza, eppure a volte è difficile da accettare,» spiega, «senza cambiamento non possiamo diventare chi siamo destinati a essere e con il cambiamento arrivano lo sconvolgimento e la trasformazione. Non bisogna mai avere paura di accettarli e di evolvere per abbracciare i molti destini. Quando si sente il cuore pesante, è necessario domandarsi cosa debba essere liberato. Quello spazio ritrovato sarà occupato da qualcosa di meglio, qualcosa di più luminoso, qualcosa che permetterà di elevarsi. Bisogna soltanto liberare la strada».

E la strada su cui si snoda Rare to Wake è un sentiero nascosto in una foresta incantata, un luogo magico ed etereo, intriso di esoterismo. Sostenuta da un riff circolare di chitarra, questa sorta di fata dai capelli rossi si muove, perfettamente a suo agio, tra echi e armonie.

Il brano fa parte dell’ultimo lavoro della Lay, uscito a ottobre di quest’anno con un titolo altrettanto mistico: Geist, “spirito” in tedesco. «Sto riflettendo molto sulla forza dello spirito umano, soprattutto in questo strano periodo che stiamo vivendo. Ci ha permesso di non mollare, di adattarci, in qualche modo, ma anche di cogliere, in questa fase particolarmente difficile, l’opportunità di crescere e di comprendere meglio noi stessi, tirandone fuori qualcosa di creativo».

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

 

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

Venus  Folk  October 2021  
Scrivere di musica non è facile.
Noi cerchiamo di farla mettendoci passione, ma anche competenza, cura, professionalità. Tutte cose che costano impegno… e soldi. Se apprezzi il nostro lavoro quotidiano perchè non ci sostieni diventando un abbonato?

Sei già abbonato? Accedi!

.