Tracce 

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Storie 

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

George Romero, tre mesi dopo

10 tracce a base di zombie

Sono passati 3 mesi dalla scomparsa di George Romero, morto lo scorso 16 luglio: il che è un altro modo per dire che siamo tre mesi in ritardo per il nostro piccolo, modesto tributo a uno dei più grandi registi-culto della storia del cinema. Perchè la verità è che questa playlist sarebbe dovuta essere una sorta di coccodrillo, ma i coccodrilli si sa - non li si può mica pubblicare a cadavere freddo.

Ma forse nel caso dell’inventore degli zombie moderni (quelli originali li lasciamo alla tradizione vodoo di Haiti ed ampi dintorni), e per di più nel mese di Halloween, si può fare un’eccezione.

Quando abbiamo fatto la selezione delle “10 tracce pensando a George Romero”, abbiamo cercato di evitare l’ovvio. Troppo facile pescare a piene mani dalla tradizione hard rock / heavy - da Live Undead degli Slayer a Zombie Ritual dei Death. Nè sarebbe stato molto più originale tirare in ballo i Bauhaus o i Goblin (anche noi amiamo Peter Murphy e Claudio Simonetti, ma sarebbero venuti in mente a chiunque).

Così qui parliamo di Tom Petty ed Harry Belafonte (non esattamente degli alfieri dell’heavy metal o del goth rock), Michael Jackson e Sufjan Stevens, e qualcun altro ancora. Facendo venire fuori (esattamente come nei film di Romero) come a volte si parli di zombie intendendo qualcosa d’altro. Gli zombie come metafora, insomma. Buona lettura, e buon ascolto.


Redazione
Redazione

 

E se ti abbonassi?
Pensiamo che un altro giornalismo musicale, non basato esclusivamente su news copia-e-incolla e comunicati stampa travestiti da articoli, sia possibile. Noi, almeno, ci proviamo. Per questo in molti hanno scelto di sostenerci: perchè non lo fai anche tu?