New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

The Advantage: Castlevania
Figli del Nintendo e dei pop corn al caramello

Cacciatori di vampiri a 8 bit.

«Come giovane fan dei videogiochi Nintendo e aspirante musicista, Spencer Seim ha speso un sacco di tempo nella sua cameretta a pensare alla logica delle colonne sonore dei suoi giochi preferiti – old school classics come Super Mario Bros. o Double Dragon – i cui personaggi pre-texture mapped erano teneri e primitivi, così come le canzoni che accompagnavano le loro avventure».

Iniziava così l’articolo sul New York Times intitolato Resurrecting the Riffs, A Nintendo Rock Band e dedicato al fenomeno del cosiddetto “Nintendo rock”. Gli Advantage – si diceva – sono quelli che l’hanno portato al pubblico mainstream.

L’idea della band strumentale (formatasi alla Nevada Union High School) è semplice: coverizzare sigle di prodotti Nintendo rivisitandole in forma rock. Il risultato è stato duplice: hanno ottenuto una fanbase di tutto rispetto e portato all’attenzione di tutti quanto fosse potenzialmente intrigante la musica dei videogame.

Castlevania, Mega Man, Flashman e chi più ne ha più ne metta. Qui siamo di fronte ai gran visir dei nerd da console. E anche se oggi questa cosa non è più da sfigati (anzi), è comunque un po’ commovente, sotto sotto, riascoltare le epiche sigle della nostra prima gioventù elettronica. Mica balle.

The Advantage 

Siamo su Substack! Iscriviti per ricevere la newsletter e sapere quando pubblichiamo nuovi contenuti!