New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

Green River: Unwind
Sul look ci lavoriamo domani

Green River: la band che si chiamava come un serial killer.

Prima che il suono del Nord Ovest Pacifico fosse sintetizzato in un termine di sei lettere, a Seattle esisteva una sola band destinata – o almeno così si pensava – a varcare i confini regionali: i Green River.

Era la band di Mark Arm, istituzione punk della città, Steve Turner (poi sostituito da Bruce Fairweather), Stone Gossard, Jeff Ament (futuri Pearl Jam), e Alex “Vincent” Shumway .

Unwind, un blues punk corposo e ruvido, è una delle cinque tracce di Dry As A Bone, loro secondo Ep. Seguirà un album, l’ultimo, e poi i Green River si dissolveranno. Insanabili, le fratture interne: una metà della band desidera il successo planetario e il contratto con una “major”; l’altra metà intende restare fedele ai dettami del punk.

Chi vince, in questa annosa diatriba? Tutti: perché la compagine del mainstream confluirà nei Mother Love Bone di Andy Wood; la compagine pura e punk formerà i Mudhoney (che comunque firmeranno con una major).

Dry As a Bone sdogana a tutti gli effetti il sopracitato e discusso termine a sei lettere: il comunicato stampa, a opera della Sub Pop, descriveva l’Ep come “un “grunge” ultra-scazzato che ha distrutto la morale di un’intera generazione”.

Se la parola “grunge” esiste, dunque, è colpa dei Green River.

Prendetevela con Mark Arm.

Green River 

Ricevi le newsletter di Humans vs Robots. Scrivi qui sotto la tua mail e clicca "Iscrivimi".

Nelle ultime 24 ore si sono iscritte 2 persone!