New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

Vietato sottovalutare questo signore mascherato.

Una scheggia mascherata in un prato fiorito, Verboten è un’ipotesi trap svizzera-tedesca che sembra salire su un carrozzone sfasciato insieme a Pufuleti e pochissimi altri, additati dai più e portati su un palmo di mano da chi riesce ad andare oltre il primo sguardo abbandonandosi al ritmo puro.

Bassi grassissimi, linee di synth che riescono a trapanarci la testa e la forza della disperazione nella voce di Wolke8, che alterna rime lardose, gemiti bagnati di lacrime e urla disperate e ammonitrici. «Das ist verboten»: “questo è vietato”, ci intima infatti il losco figuro, ma qualcosa non torna. È solo in un bosco, elemento bizzarro fra alberi e cani, forse ciò che teme è a malapena scoprire chi si nasconde dietro a quel passamontagna colorato, il giusto anello mancante fra Ninja dei Die Antwoord e Mezzosangue.

Non so come spiegarlo, ma forzare i limiti, sfuggire alle regole, cercare quel passo oltre è ciò che potrebbe spingerci verso questo segreto nascosto, per capire se possa reagire con altre rime oppure a mazzate e latrati. Nel frattempo un secondo brano, Daki, ci sta svelando un altro lato della personalità di questo misterioso tizio che potrà – grazie al suo danzare sui limiti fra maschera e attore, rapper e pantomima – conquistare più di uno di noi, ricordatevelo.

Wolke8 

Siamo su Substack! Iscriviti per ricevere la newsletter e sapere quando pubblichiamo nuovi contenuti!