New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

VetoCode: Morphine
Una band al muro

Infilarsi nella più classica delle storie rock.

Giovanissimi, irlandesi, un paio di loro stavano nei Kovanta, scheggia che mi aveva colpito lo scorso anno con un’EP fenomenale.

Siamo dalle parti di un rock con una grana grossa e una voce calda, una buona idea melodica lanciata verso il buio e la capacità di farla correre, in questa Morphine. Uno di quei brani che, ascoltati tre o quattro volte di fila ti danno l’impressione di incastonarsi nella tua testa, con quell’alternanza di voce rauca e melodica che potrebbe essere la base dalla quale partire per ovunque.

Transitando sui binari ormai lisi dal passaggio dei treni che li hanno preceduti, dimostrano però che il loro esserci è più che legittimo. L’urgenza punk è scomparsa, ma la voglia è la medesima: muovere gambe, braccia e teste in un headbanging e due minuti più tardi in un abbraccio. La morfina del resto è così: rilasciata nell’organismo riduce la frequenza respiratoria e cardiaca, oltre a rallentare l’attività cerebrale. Ben venga quindi questo mood ondivago, accompagnati dalla sostanza stessa e da chi ci sussurra all’orecchio di chiudere gli occhi, che tutto andrà bene.

È soltanto una canzone, potemmo scacciarla dal nostro cervello quando vorremo, certo, ma qualcosa ci dice che questi VetoCode ci daranno parecchie soddisfazioni.

VetoCode Kovanta 

Siamo su Substack! Iscriviti per ricevere la newsletter e sapere quando pubblichiamo nuovi contenuti!