New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

Costruire brani pop pescando dai grandi classici.

Sono tornati i Porches di Aaron Maine, al momento accompagnato da True Blue e Cameron Wisch. Di primo acchito, con l’attacco di Rag, la memoria risale fino a quella Los Angeles d’annata dove giostravano per strada i Red Hot Chili Peppers più centrati sul pop, anche se qui la materia non è così lineare, grazie a cambi di ritmo e ambientazione che a un certo punto sembrano quasi lambire territori pixiesiani e smaccatamente indie-rock negli acuti del loro frontman.

È un singolo che ha del potenziale enorme ma che, forse, si riallaccia a del materiale troppo classico (sia nella materia pop che in quella indie) per fare il botto. Peccato, perché – al netto di riferimenti forse anche troppo espliciti – c’è un’ottima capacità di costruire un ambiente e un mood bello e potabile. Manca quella sporcizia, quella veemenza, quella ruvidità che forse è rimasta soltanto fra le macchie dei vestiti del frontman senza intaccare il registro musicale della band. A lanciarsi fino in fondo avremmo avuto una canzone praticamente perfetta da inserire in qualsiasi lato A di un’eventuale compilation di materiale orecchiabile.

Non è così: ci rimangono soltanto due minuti e mezzo scarsi di pop contemporaneo di alta qualità, in attesa di altre possibilità.

Porches Aaron Maine True Blue Cameron Wisch 

↦ Leggi anche:
Traccia: Porches: Find Me

Siamo su Substack! Iscriviti per ricevere la newsletter e sapere quando pubblichiamo nuovi contenuti!