New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

Peach Fuzz: What Do You Want From This?
Quello strano amore per il fish-eye

Peach Fuzz
What Do You Want From This?

Rincorrersi e allontanarsi, tra i dubbi e gli infiniti sorrisi della giovinezza.

Abbiamo riassaporato gli amori sfuggenti, l’arietta frizzantina che rinverdisce il tepore del crepuscolo e indirizza gli sguardi, le guance rosse, le carezze date sulle panchine dell’adolescenza. La dolce tensione del tira e molla, di quella voglia di sapere tutto e di non sapere niente, di godersi una giovinezza che pare ora scapparci via dalle mani.

I Peach Fuzz, sede a Melbourne, ci hanno fatto fare un bel tuffo in un passato nemmeno troppo lontano, ma già messo in cassaforte nel bauletto dei ricordi: What Do You Want from This? non ha pretese astrali, conserva in sé quell’indole di far musica perché si è fottutamente felici – il video, non a caso, è homemade e sprizza una gioia che è difficile da descrivere in semplici parole.

Quattro ragazzi, tanto indie quanto classic rock, tra Cranberries – la vocalità di Lucinda Gray è calda e accogliente, simile (in termini di avvolgenza) a quella della O’Riordan – e The Lemon Twigs, tra Slow Pulp e Alvvays, con una punta di feeling strokesiani che non guastano mai: il main riff è aperto, raggiante, ben costruito, così come il refrain, incalzante ma morbidissimo. Le parole rincorrono e appiccicano in un collage distanze e relazioni, respirano l’aria dei tramonti passati a cercarsi per poi non sapere bene come gestirsi.

Insomma, una traccia che si ritaglia un posticino fuori dal tempo e che, in qualche modo, lascia fluttuare anche noi tra reminiscenze e vecchi sorrisi.

Peach Fuzz Lucinda Gray 

Siamo su Substack! Iscriviti per ricevere la newsletter e sapere quando pubblichiamo nuovi contenuti!