New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

Ginny: Memory Foam
Seguendo il navigatore mi sa che mi sono persa

Un folk sospeso tra i luoghi immaginari dell’adolescenza.

Lo scorso anno If I’m Not Loving You (prodotto da Paolo Spaccamonti) segnava l’esordio di Ginevra Fenoglio, ovvero Ginny, delicata folksinger che definiva il proprio alveo poetico all’interno di una musica eterea, fatta di sola chitarra e di una voce dritta e gentile. In quelle canzoni si avvertiva tutto il languore di una mancanza, rappresentato dal tempo perduto a causa delle restrizioni pandemiche che hanno bruciato occasioni e svuotato di umanità ogni contatto. In questa sospensione Ginny si è inventata un proprio mondo in cui raccogliere bozzetti di suggestioni e trascrivere un piccolo alfabeto personale, lasciando che ciò diventasse uno specchio in cui guardarsi e ritrovarsi, semmai ce ne fosse bisogno.

«Am I made out of memory foam / Your imprint alone» canta Ginny in Memory Foam, brano pubblicato in aprile e che potrebbe anticipare l’uscita di un nuovo disco. Sull’arpeggio della chitarra Ginevra racconta sottovoce come in ogni relazione ognuno lasci a suo modo la propria impronta sull’altro, segno di accoglienza prima ancora che appartenenza. Nel gioco del tempo, si raccolgono i gesti per conservarli come dagherrotipi che, scolorendo, mantengono intatti solo i contorni delle cose.

La musica di Ginny potrebbe essere il folk di una Joni Mitchell ancora non cresciuta, con tante città ancora da vedere e luoghi in cui un giorno decidere di fermarsi per viverci. Per il momento ci basta immaginare le pareti della sua cameretta illuminate dal prisma di una ispirazione semplice come le parole che servono a descrivere tutte le infinite impronte che lasciano una traccia nella vita degli altri.

Ginny Ginevra Fenoglio 

Siamo su Substack! Iscriviti per ricevere la newsletter e sapere quando pubblichiamo nuovi contenuti!