New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

SeeYouSpaceCowboy (Feat. Courtney LaPlante): To the Dance Floor for Shelter
La mafia dei cuori spezzati

SeeYouSpaceCowboy (Feat. Courtney LaPlante)
To the Dance Floor for Shelter

Una pista da ballo per anime fragili.

La mutazione della creatura SeeYouSpaceCowboy ha da sempre ricalcato la metamorfosi mentale e umorale di Connie Sgarbossa, ancor prima delle esigenze evolutive dell’intera band: lo capiamo da tante cose, in primis dal dilaniante The Correlation between Entrance and Exit Wounds, lacerante come lo spaventoso abisso dentro cui era finita l’anima della frontwoman, in secundis dal netto cambio di registro sperimentato in The Romance of Affliction, disco che spalancava le porte alla melodia, sintomo di emozioni che iniziavano a intravedere un approdo sicuro dopo burrasche e tormenti sentimentali.

Uno switch che vede in Taylor Allen – tornato in gruppo dopo alcuni anni – una pedina fondamentale: voce pulita che spacca in due il sound, da lì in poi molto più dinamico e contrastante. E, se fino all’ultimo disco le strumentali si tenevano ancora strette il fardello metalcore degli inizi, ora diventano dei veri e propri spaccati scenografici, assorbendo, come un blob, una miriade di sperimentazioni da incollare all’acido scheletro della band di San Diego.

Anticipatoci dal doppio singolo Respite for a Tragic Tale / Silhouettes in Motion, il recente Coup de Grâce è una vera e propria opera-core, con pianoforti, danze gotiche, scorbutici cambi di tempo e di vocals.

A confermarlo l’ultimissimo To the Dance Floor for Shelter, un carillon infuocato aperto da rintocchi pianistici e incendiato dai soliti, dissonanti, fendenti stoppati, marchio di fabbrica dei SYSC, ora mezzo fondamentale per orientarsi nel ciondolante ballo architettato dai fratelli Sgarbossa.

Ondate di emo rock – si sentono i My Chemical Romance di Three Cheers for Sweet Revenge –, a cui il pezzo è dedicato, come una sorta di celebrazione di un genere che è stato miccia e carburante per la nascita e crescita della band, pugni sasscore che tagliano e affondano, rilanci goth che suggellano un’artefatta atmosfera che pare un film di Tim Burton, complice l’aiuto di Courtney LaPlante (Spiritbox), ottima soprattutto nella scalata di clean vocals prima del violento finale.

Di sicuro un pezzo che farà bestemmiare copiosamente i fan meno giovani, in quanto troppo diverso da quel che era. Però fatevene una ragione, che questi di sicuro non tornano indietro.

SeeYouSpaceCowboy Courtney LaPlante Connie Sgarbossa Taylor Allen SeeYouSpaceCowboy (Feat. Courtney LaPlante) 

Siamo su Substack! Iscriviti per ricevere la newsletter e sapere quando pubblichiamo nuovi contenuti!