New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

Coffin Storm: Over Frozen Moors
Foto di gruppo post-cena

Coffin Storm
Over Frozen Moors

Scapocciate, cinture borchiate, volume a palla e birra scadente in quantità.

A sud di Oslo c’è un paesino, Kolbotn. E fin qui tutto bene. Si dà il caso che negli anni Settanta lì sono nati e cresciuti tre loschi figuri, ragazzini che avrebbero tinto di nero la scena musicale norvegese (e non solo) nei decenni a seguire, ognuno con il proprio progetto. Poi si sa, gli anni passano e insomma, si fanno le rimpatriate con i vecchi amici. Solo che qui invece di cene di classe con pettegolezzi su divorzi e carriere varie, si fa un disco.

Ecco in breve la genesi dei Coffin Storm, trio formato da Bestial Tormentor (Infernö e Lamented Souls), Apollyon (Aura Noir) e Fenriz (Darkthrone) e dedito a un thrash metal immerso nel doom che puzza di marciume anni Ottanta da ogni nota. Fuggano via a gambe levate gli shredders da cameretta che si eccitano con l’ennesima rivisitazione di una pentatonica: qui di penta c’è solo il pentacolo rovesciato dei Venom inciso sui banchi di scuola con un temperino, e con lui tutta la sulfurea grettitudine ignorante che fa scapocciare senza pietà con le corna alzate.

Over Frozen Moors, antipasto dell’album in uscita tra qualche settimana, è un incesto dissacrante tra Celtic Frost e Mercyful Fate, sguaiato e sanguigno, che riporta un po’ di disordine in una scena (quella metal) che troppo spesso usa il disinfettante ogni volta che si posano le dita sulle corde della chitarra: un briciolo di sana zozzeria è il pepe necessario per godere appieno di una musica che dovrebbe partire dallo stomaco, più che dal cervello. Gran bel pezzo godibile, sperando (ma considerando i personaggi c’è da scommetterci) che il disco si mantenga su questi livelli.

Coffin Storm Bestial Tormentor Apollyon Fenriz 

Siamo su Substack! Iscriviti per ricevere la newsletter e sapere quando pubblichiamo nuovi contenuti!