New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

Ana Lua Caiano: O Bicho Anda Por Aí
Il cappellaccio contro la creatura tra i capelli

Ana Lua Caiano
O Bicho Anda Por Aí

Elettro-lusitanesimo al femminile.

Ana Lua Caiano è un’artista elettro-folk portoghese prossima al debutto nella grande macchina culturale, dopo una serie di intriganti EP e un tour in veste di one-woman-show. La sua proposta seduce perché mette insieme – non senza una certa liturgica fisicità – la musica tradizionale portoghese e il pop sintetico. Non si tratta ovviamente solo di questo. Ci devono essere canzoni che facciano dimenticare l’intento tecnico dell’artista. Si tratta di una via percorribile? Offre possibilità espressive rilevanti?

O Bicho Anda por Aí è una prima risposta a queste domande. Il pezzo non dura molto e in fondo non vi accade granché. Sono un paio di movimenti che si alternano. La struttura è abbastanza semplice e decisamente pop. Eppure, nelle reti di questo sostenuto e un po’ angosciante ritmo spiritual-meccanizzato, si aggirano fantasmi antichi come spersi in recenti villette a schiera costruite sopra la pestilenza post-industriale.

Sembra già così lontano ciò di cui parla la canzone, ma è un inganno. L’angoscia e il senso di intrappolamento che Ana Lua trasmette con questa ipnotica lamentazione ci riportano infatti a poco tempo fa, quando tutto il nostro universo esperienziale è stato sconvolto da un nemico invisibile, il bicho (creatura, animale) come lo chiama lei. La cosa che si annida tra i capelli, sui polpastrelli, tra i ciuffi di pelo del cane e con esso ti scodinzola un mortifero benvenuto appena torni a casa in salvo da un labirinto di legioni germaniche.

Ana Lua Caiano 

Siamo su Substack! Iscriviti per ricevere la newsletter e sapere quando pubblichiamo nuovi contenuti!