New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

Subsonica: Mattino di luce
Ciao, sono Samuel e non riesco a smettere di portare il cappello

Ballare con le lacrime negli occhi.

Un ritmo danzereccio da singolazzo aperitivale, uno sfarfallio di tastiere, versi minimali e si parte verso le consuete rimirate stelle. I Subsonica e il loro stile inconfondibile vanno praticamente a segno come il noioso riconfermarsi di un geniale rigorista. Abbiamo finito per non sorprenderci nemmeno più. Mattino di luce è un brano che sale come un’alba spietata e riversa, dalle fessure di una serranda malamente abbassata, una dolcezza materna sulle pudende oniriche di una notte trascorsa a sudare e a pensare cose sbagliate.

Quattro quarti, il mood anni Novanta d’autore riletto in chiave post-autoriale e – come sempre – gocce di disperazione. Una voce che ti propone, ti stimola a ricordare un fallimento famigliare: si rivolge a te, seconda persona, non puoi scappare. La chitarra di Max Casacci si aggiunge allo spiralesco crescendo, prima che il ritornello canterino sbrocchi sugli accordi stranianti un saliscendi minore/maggiore anni Duemila di classe.

Nell’avanzamento delle decadi musicali, i Subsonica falcano il tempo discografico fino al presente di un giorno freddo, torinese, con le imprecazioni che diventano singhiozzanti nubi di vapore. Un collasso di luce e un giorno di pace che forse arriverà, ma sarà una quiete che sgattaiola fuori dai pensieri, sulla traiettoria di una stella morta da un pezzo.

Subsonica 

↦ Leggi anche:
Traccia: Subsonica: Bottiglie Rotte

Siamo su Substack! Iscriviti per ricevere la newsletter e sapere quando pubblichiamo nuovi contenuti!