New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

Simba La Rue: Tunnel
Un po' Neo, un po' Rodolfo Valentino

Un mad doctor con i baffi, cucinando ossobuco, tra maranza ed escort.

Simba La Rue – alter ego del rapper italo tunisino Mohamed Lamine Saida – presenta alla famiglia e al quartiere tutto il proprio debutto.

Rapper elegante e personale, costruisce ambienti claustrofobici e drogati, calcando la mano su ambientazioni virtuali come un novello Neo. Su questi scenari, le rime di Simba scivolano su ogni superficie e riescono a colpire a fondo. Differente da qualsiasi altro, è un ulteriore esempio di una scena che riesce a esprimersi in maniera continua e che – pur crescendo insieme a un Baby Gang (per esempio) – riesce a essere altro e a giocare su un campo delineato e bizzarro.

C’è del sano cyberpunk, quello strano nell’angolo a smanettare, con il topo che gli esce dal collo e lo sguardo schizzato. Maurizio Costanzo aveva la camicia, Mohamed ha un uzi con il quale spara globi colorati tra il fumo rendendoci incomprensibile percorso, meta e partenza, lasciandoci solo un’atmosfera nebulosa, barre e codici binari verdastri ovunque.

Sono nel Tunnel… ci vedremo fuori, ma ora mi fermo ancora un po’: è bello e ci sono le lucine che mi piacciono tanto!

Simba La Rue Baby Gang 

Ricevi le newsletter di Humans vs Robots. Scrivi qui sotto la tua mail e clicca "Iscrivimi".

Nelle ultime 24 ore si sono iscritte 1 persone!