New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

Verset Zero: Triptyque
Abbassate gli occhi, profani!

Notti francesi e strani esseri che potrebbero turbare le nostre fantasie.

Dal 2014 circa in Francia si aggira un musicista che sta lasciando un segno personale sulla musica più oscura. Gioca con le atmosfere, in equilibrio fra torbide tenebre ambientali e una lucida e ferina brutalità death metal. Il suo nome è criptico e fosco come la sua figura, Verset Zero, e in questa Triptyque sembra voler manipolare forze della natura e iconografie sacre.

La donna, l’acqua, una corona di spine, un bosco, il teschio di un capro, degli aspersori, una ragazza. Non spiega, Verset Zero. Turba, piuttosto, costruendo un ambiente intimo e riuscendo a conservarlo nel contrasto con la sua musica. La mano è elegante e delicata, e forse per questo il suo nuovo disco è intitolato Phantasma.

Molto ancora rimane nascosto da una coltre di nebbia ed è giusto così: del resto, la porta è appena stata aperta, abbiamo anni da recuperare e visioni da approfondire. Intanto chiniamo il capo, bagniamo i polsi e urliamo, cercando di entrare in comunione con gli elementi e con la notte più nera.

Verset Zero 

Siamo su Substack! Iscriviti per ricevere la newsletter e sapere quando pubblichiamo nuovi contenuti!