New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

Morgan (feat. Pasquale Panella): Sì, certo l'amore
Se non esistessero i Morgan, riusciresti a immaginarli?

Morgan (feat. Pasquale Panella)
Sì, certo l'amore

Lontano dalla TV troviamo il Morgan migliore.

Il problema nel parlare di Morgan è che, da molti – troppi – anni, il personaggio pubblico ha oscurato quello artistico. Perché una cosa va detta: al netto di quanto lui possa gonfiare il petto (spesse volte esagerando, ma lì sono caratteri), la realtà è che il Nostro talento ne ha sempre avuto. O meglio, ne aveva, perché erano davvero molti anni che non usciva ufficialmente qualcosa di inedito.

Ora, questo Dr. Jekyll e Mr. Hyde dell’arte, se nelle esternazioni pubbliche sembra spesso ricalcare la foga di uno Sgarbi, quando si mette a scrivere si avvicina perlomeno a livello di attitudine e intenti a uno dei suoi miti, Battiato.

Il nuovo brano, composto a quattro mani (ma solo per telefono, i due non si sono mai incontrati) con Pasquale Panella (scrittore e paroliere di molti artisti come Zucchero, Amedeo Minghi, Riccardo Cocciante, ma ricordato soprattutto per la seconda fase di Lucio Battisti), è davvero interessante. Volenti o nolenti, ci si ritrova a riascoltarlo più volte perché è davvero diverso dalle cose che passano i media, un po’ come accadeva con i singoli dei Bluvertigo nella seconda metà degli anni ‘90, magari con qualche orchestrazione di più. Potevano piacere o meno, ma era innegabile fossero “altra roba”.

Ecco, Marco Castoldi in questo è sempre stato bravo, un manipolatore di suoni e armonie, per metà genio e sregolatezza, per metà calcolatore maniacale avvezzo al rischio melodico.

Se invece di perdere tempo dietro alla TV avesse investito i suoi anni a scrivere o produrre, sicuramente il panorama della musica pop italiana sarebbe meno desolante. Speriamo solo che il suo prossimo lavoro venga accolto per ciò che è (un disco di canzoni) e non saltato a piè pari per antipatia o pregiudizio nei confronti dell’autore. Sarebbe un peccato perdere l’occasione per sentire qualcosa che a modo suo spicca dal mucchio, e non è poco.

Morgan Pasquale Panella Bluvertigo Marco Castoldi 

↦ Leggi anche:
Sigarette turche e prostitute libiche: in morte di Franco Battiato

Vuoi continuare a leggere? Iscriviti, è gratis!

Vogliamo costruire una comunità di lettori appassionati di musica, e l’email è un buon mezzo per tenerci in contatto. Non ti preoccupare: non ne abuseremo nè la cederemo a terzi.

Nelle ultime 24 ore si sono iscritte 1 persone!