New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

Bruce Dickinson: Afterglow of Ragnarok
The Clairvoyant

Bruce Dickinson
Afterglow of Ragnarok

The Seventh album of the Seventh son.

La cosa che stupisce di più ascoltando il nuovo singolo di Bruce Dickinson è di quanto il Nostro – se sciolto dalle catene d’oro che lo legano agli Iron Maiden – sia sempre sul pezzo e soprattutto tutt’altro che ancorato al passato. Ogni suo album solista – sin dal piacevolissimo (e fin troppo bistrattato (che Nikki Sixx se la sia presa?) Tattooed Milionare – se analizzato nel momento storico in cui usciva, risultava fresco e per niente stanco. Magari non tutte le ciambelle gli sono riuscite con il buco, ma è innegabile che la discografia solista del frontman della Vergine di Ferro sia tutt’altro che un riempitivo. Ovviamente dal suo rientro nella band madre, i tempi necessari per lavorare a un album vero e proprio si sono diradati, ed era dal 2005 che i fan aspettavano il seguito di Tiranny of Souls. Ma ritaglia qui, un po’ di convalescenza post cancro lì (!!!), un pochetto di stop da pandemia là, ed eccolo pronto per un disco che – se queste sono le premesse – rischia seriamente di mettere in ombra le uscite dei Maiden degli ultimi anni.

Afterglow of Ragnarok si muove ovviamente in territori metallosi, ma moderni e zeppi di influenze tutt’altro che vecchiotte. In certi punti ci si chiede addirittura se Jerry Cantrell abbia collaborato al pre chorus e al refrain, magari spalleggiato dai Gojira più recenti. È davvero rincuorante sentire una voce della vecchia guardia uscire con qualcosa di diverso, che fa venir voglia di ascoltare il disco per la curiosità delle ipotetiche soluzioni più che “perché si deve dato che è Lui”.

The Mandrake Project (questo il titolo del disco in uscita) dovrebbe essere un concept multimediale di cui il lato musicale sarà solo una fetta della torta. Che butterà fuori il buon Bruce? Un libro? Un fumetto? Un film? Uno spettacolo teatrale? Staremo a vedere: anche se fosse “solo” musica, finché è a questi livelli c’è davvero da gioire. Non male per una vecchia sirena aerea.

Bruce Dickinson Iron Maiden 

↦ Leggi anche:
Traccia: Dylan Gers & Noah Yorke: Red Skies

Siamo su Substack! Iscriviti per ricevere la newsletter e sapere quando pubblichiamo nuovi contenuti!