New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

Temperance: Darkness Is Just A Drawing
La scuola temperante italiana

Il metallo è tutto tranne che temperanza, ma ci può essere l’eccezione.

Può non piacere, certo, ma è innegabile che in ambito power metal sinfonico, l’Italia abbia una ormai ben definita identità. Non lo si può dire per il death o il black e tantomeno per qualsiasi forma di post-core (sole-ammore). Nel senso di riconoscere lo stile nostrano senza sapere nulla di un gruppo, ascoltando solo il sound, le melodie, gli arrangiamenti. La scuola di Rhapsody e Labyrinth ha ormai compiuto il suo percorso e da quella nascono oggi degli epigoni in grado di creare buone canzoni facendo tesoro degli insegnamenti di Thorsen e Turilli. E questo portando sì avanti la tradizione, ma con la fiera prontezza di chi sa padroneggiare quei demoni infuocati e le chimere sputaghiaccio dei concept “itallari” di fine anni Novanta e inizio Duemila.

I Temperance, anche grazie alle performance dei due bravissimi cantanti, l’italiano Michele Guaitoli e l’americanina Kristin Starkey, pennellano un dialogo canoro in grado di scoperchiare i tetti di Sanremo e riversarci dentro una cascata di nani, asce e piogge dorate draconiane (nel senso dei draghi e non dei tempi).

Il brano Darkness Is Just a Drawing soffia dint’e vele, portando il sogno mentale nei luoghi più epici di Babbo Natale, tra Trans-Siberian Orchestra e Frozen. Si tratta di una carica d’energia pura che – come lo sputo aerobico di una vecchia Vigorsol in faccia al calar della luna – ci spinge lo sguardo a lacrimare e schiudersi oltre le cortine dei ricordi adolescenti, quando i Gamma Ray promettevano risultati commerciali che non avrebbero mai mantenuto e i Blind Guardian vette artistiche che sfiorarono prima di precipitare rovinosamente come cervi volanti, sul selciato di un’estate troppo umida per sopravvivere.

Temperance 

Vuoi continuare a leggere? Iscriviti, è gratis!

Vogliamo costruire una comunità di lettori appassionati di musica, e l’email è un buon mezzo per tenerci in contatto. Non ti preoccupare: non ne abuseremo nè la cederemo a terzi.

Nelle ultime 24 ore si sono iscritte 1 persone!