New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

Mahmood: Cocktail d'amore
Gesù con le treccine

Nuovo schema. Vite al massimo. Proviamoci di nuovo.

Mahmood sembra non avere pace, lo si sente affermare di dover toccare il fondo per stare bene, di mentire dicendo di avere tutti sotto controllo. Gioca con se stesso, proiettando su in un videogioco che amplifica le sue potenzialità fisiche lungo la città. Il suono ha un respiro arioso, facendoci percepire delle arie d’archi sotto i beat che reggono l’inconfondibile canto dell’artista.

Mahmood, partendo verosimilmente dalle sue radici (sarde ed egiziane) ha saputo costruirsi un segmento nel novero dell’odierno R’n’B italiano assolutamente unico. Qui ci dimostra il perché: un brano che in bocca a molti sarebbe stato forse probabile rimasticatura autocentrica, diventa occasione di voli pindarici tra il reale e il virtuale, all’inseguimento di una soddisfazione che non arriverà mai e che caratterizza, tramite i suoi spasmi, voci e musiche del cantante.

Dopo averlo visto recentemente dal vivo (al Marrageddon a cantare Io in un momento di intensità non facile da gestire) ci si accorge di come, sempre più, abbia una visione centrale nel pop italiano odierno, non distante da artisti internazionali ai quali non ha nulla da invidiare.

Mahmood 

↦ Leggi anche:
Storia: Piccolo breviario per affrontare la trap

Siamo su Substack! Iscriviti per ricevere la newsletter e sapere quando pubblichiamo nuovi contenuti!