New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

Hinayana (feat. Tuomas Saukkonen): A Tide Unturning
Rinfrescatevi le membra prima di buttarvi su un fuoco di rimpianti

Hinayana (feat. Tuomas Saukkonen)
A Tide Unturning

Dalla Finlandia al Texas, un gelo ininterrotto.

Un grosso fuoco scoppietta all’interno di una vecchia casa abbandonata, in mezzo a travi spezzate, dei vecchi cartoni che sanno di urina e gatti morti, un uomo si sveglia per la luce che viene dal camino. Le fiamme si alzano fiere. Toglie i suoi abiti marci e si mette nudo davanti al bivacco, piangendo. La musica, quella giusta, ariosa, sentita, zeppa di umanità, è un potente combustibile per l’immaginazione. Nel caso di A Tide Unturning, inizia il film dal primo arpeggio e ci racconta la storia di un’anima dimenticata da tutti e soccorsa da un dio che forse non è buono né misericordioso, ma è in cerca di nuovi evangelizzatori.

Ovviamente stiamo scrivendo di musica e siccome – lo diceva Frank Zappa – sarebbe come “danzare di architettura”, dobbiamo rivolgerci a ciò che la nostra mente se ne fa delle melodie, a quello che le note ci spingono a vedere. E non è un caso che si parli di spettri, di dèi e di dannati, perché non c’è mai stato niente di più religioso della musica, in qualsiasi forma. Un linguaggio che seguitiamo a parlare senza comprendere più bene cosa stiamo dicendo. Gli Hinayana forse hanno una vaga idea degli spiriti che risvegliano dentro di noi, e noi non possiamo vedere quali mittenti inimmaginabili abbiano dettato loro questo codice armonioso che ci accompagna verso un campo innevato, tra alberi coperti di bianco, verso un capanno che brucia e un cadavere al centro, che fuma e brilla nel buio.

Questi ragazzi vengono dal Texas, Tuomas Saukkonen (Before the Dawn) è finlandese. Sembrerebbero entità artistiche così lontane non solo fisicamente ma anche sul piano culturale. Eppure – a quanto ne scrive Joe R. Lansdale – la terra della stella solitaria non è così diversa dalla Finlandia: è piena di grandi spazi, boschi, silenzio, rabbia e dolore. Esattamente come Helsinki o giù di lì.

E infatti il tutto funziona a meraviglia: A Tide Unturning riporta la memoria alla seconda metà degli anni ‘90, quando le tastiere e i ritmi rallentati potevano aprire varchi inimmaginabili nelle coltri putride del death e del doom.

Hinayana Tuomas Saukkonen Before The Dawn 

Siamo su Substack! Iscriviti per ricevere la newsletter e sapere quando pubblichiamo nuovi contenuti!