New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

Un asso sul dojo e sul palco.

Era il 2000, l’anno dei grandi cambiamenti. Lì ho conosciuto Alessio EDY Grasso, grazie ai trascorsi in casa Wallace Records con Jasminshock prima e Ultravixen poi. Da Catania, con tutta la sua scena noise, fino a Roma, dove si esprime con un lavoro omonimo e solista, in italiano, prodotto da Marco Fasolo.

È cresciuto ed è cambiato Alessio, ed è in grado di sorprendere a ogni sua uscita. Dopo il suo disco lo ritroviamo qua e là con alcuni singoli che sembrano tradurre una certa idea di furia d’antan in format odierni, che esplode come una katana e come la marzialità di un’arte che presuppone concentrazione, forza, impegno. In parallelo con una vita e una società che spinge a trattenere ansie e frustrazioni fino a canalizzarle, così da poter trasformare la loro “danza” imposta nei movimenti uptempo del Samurai.

Pop colorato, aggressivo: pop che può accompagnare a una crescita e a un’esplosione per la quale non ci saranno prigionieri. Le urla di Alessio, il suo vociare più che rap sembra essere un talking blues da milioni di sigarette perfettamente credibile, i beat sono come flash che tagliano la carne, come i colpi che offuscano corpo e mente. Rock? Pop? Rap? Urban? Furia e cazzimma soprattutto, quelle di Alessio, di Heresia (che produce il brano, e fa parte dell’etichetta fondata proprio da EDY, Matrice 17) e di Micaela Pittera, quattro volte campionessa nazionale. Come Alessio del resto, cintura nera, secondo dan, ex campione italiano, musicista sopraffino.

EDY Alessio Grasso 

Vuoi continuare a leggere? Iscriviti, è gratis!

Vogliamo costruire una comunità di lettori appassionati di musica, e l’email è un buon mezzo per tenerci in contatto. Non ti preoccupare: non ne abuseremo nè la cederemo a terzi.

Nelle ultime 24 ore si sono iscritte 1 persone!