New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

Gloryhammer: Holy Flaming Hammer of Unholy Cosmic Frost
Coraggio miei prodi, sguainate le spade: c'è un regno da conquistare e una principessa da salvare

Gloryhammer
Holy Flaming Hammer of Unholy Cosmic Frost

Questi fanno sul serio, solo che si impegnano per non darlo a vedere.

I Gloryhammer sono una creatura di Christopher Bowes, già ragazzo immagine e mente bacata dei pirateschi Alestorm.

Anche qui, esattamente come nel caso della versione metal dei Pirati dei Caraibi, sembra esserci una gioiosa cazzoneria a far da sfondo ispirativo, ma non potrebbe esserci idea più sbagliata. Questo gruppo ha saputo infondere nel power metal europeo una leggerezza fantasy zuzzurellona mattone dopo mattone, con una tenacia e una continuità degna di un fottuto formicaio. E, si sa, le formiche non ridono mai.

Holy Flaming Hammer of Unholy Cosmic Frost è una tiratissima e guascona sinfonia per ragazzini che hanno passato troppo tempo a mangiare cioccolata e leggere fiabe oppiacee di Stevenson. Ci sono un po’ di Blind Guardian ma senza che sia una colpa per nessuno. I Gloryhammer sbattono sul muso ai detrattori l’immatura spensieratezza di chi vuole dar soddisfazioni alle confessioni scatenate di un dodicenne in una notte di tregenda.

Lunga vita alle tastiere dei Bal-Sagoth, lunga vita al bardo Chris. C’è chi sostiene non abbia nulla da dire dal primo momento in cui l’ha detto, ma non dategli retta. In questa lunga tamarreide delle cavalcate d’assalto c’è un genuino bisogno di vuoto e di spensierate visioni alla conquista dell’infanzia perduta. E tanto ci basta.

Gloryhammer Christopher Bowes Alestorm Blind Guardian 

↦ Leggi anche:
Traccia: Kamelot (feat. Tina Guo): Opus of the Night (Ghost Requiem)

Siamo su Substack! Iscriviti per ricevere la newsletter e sapere quando pubblichiamo nuovi contenuti!