New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

Killing Joke: Full Spectrum Dominance
Inimitabili

Killing Joke
Full Spectrum Dominance

Punitivi, paranoici, letali.

In concomitanza con il glorioso concerto celebrativo alla Royal Albert Hall (dove i nostri hanno risuonato per intero i primi due album) i Killing Joke pubblicano un nuovo singolo, tirato fuori dal cilindro del pagliaccio folle, che – nuovamente – sbaraglia i cloni wannabe che infestano la scena.

Che poi dire “scena” è riduttivo: di che genere stiamo parlando? Se c’è una gara per le band trasversali, di sicuro i nostri stanno nei primi posti. A idolatrarli emuli goth, metal, industrial, punk… verrebbe da dire alternative, ma quando il mainstream mostra le crepe, qual è davvero l’altra scelta?

Elucubrazioni mentali da due soldi, invero, che vengono subito messe a tacere da un testo al vetriolo che andrebbe letto nelle scuole per aprirne un dibattito con le classi: come siamo arrivati qui? Come ce lo siamo fatti fare? Cosa è andato storto dentro di noi? C’è possibilità di un riscatto o siamo al tramonto dell’essere umano per come lo conoscevamo?

A sostenere le invettive di Jaz Coleman, un brano diretto e schietto che alle orecchie più fini ricorderà i Voivod del periodo Angel Rat / The Outer Limits, a loro volta influenzati dai Joke stessi, quindi in un certo senso è un cerchio che si chiude. Difficile chiedere altro ai londinesi, una band che (escluso il periodo discutibile attorno a Outside the Gate – che era però in fondo un album del frontman solista sotto mentite spoglie) ha regalato alla musica una serie di album e brani che vanno dallo stellare all’eccellenza. Perché quando esce un loro pezzo e alle orecchie sembra “buono”, bisogna ricordare che se fosse di qualcun altro si griderebbe al miracolo. Lunga vita a Youth, Geordie, Jaz e Paul.

Killing Joke Jaz Coleman 

↦ Leggi anche:
Traccia: Girls in Synthesis: Watch with Mother
Traccia: Killing Joke: Lord of Chaos

Siamo su Substack! Iscriviti per ricevere la newsletter e sapere quando pubblichiamo nuovi contenuti!