New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

The National: Tropic Morning News
Preferisco stare in piedi

Il futuro è solo uno splendido sogno.

La voce di Matt Berninger inizialmente si rivolgeva alle generazioni che immaginavano il proprio futuro bussare alle porte degli anni Zero, facendone risuonare tutte le infinite possibilità e l’illusione che si avrebbe avuto la forza necessaria per superarne i fallimenti. Nel tempo la scrittura dei National ha acquisito una sensibilità universale, stabilizzandosi su livelli di intensità e di corale intimismo che non lascia fuori nessuno, così come confermato dal profondo interplay che si crea con il pubblico a ogni show.

Il singolo Tropic Morning News annuncia l’uscita (28 aprile) del nuovo First Two Pages of Frankenstein, quattro anni dopo I Am Easy to Find. In questa cesura temporale troviamo il croonerismo decadente di Serpentine Prison del 2020 a firma del solo Berninger, nonché innumerevoli progetti collaterali dei gemelli Dessner, come il recente How Long Do You Think It’s Gonna Last? di Aaron con Justin Vernon nei Big Red Machine o la classica contemporanea di Bryce in Impermanence/Disintegration.

Tropic Morning News racconta la difficoltà di ritrovare se stessi nel turbinio di una sovraesposizione di fatti e notizie che fanno sedimentare le interpretazioni, lasciando che il senso originario delle cose si disperda. La domanda è dove siano finiti tutti i momenti che abbiamo vissuto. Di tutta la vita passata c’è traccia da qualche parte dentro di noi, oppure è stato solo un sogno? Il drumming motorik definisce subito il perimetro di uno stream of consciousness baritonale di Berninger permeato dal chiaroscuro delle chitarre e da uno spleen funzionale alla costruzione del climax. Inutile dire che il suono è tipicamente “National”, senza retorica, avvolgente come le parole di chi riesce a convincerti che hai il coraggio per affrontare tutto e, magari, anche uscirne indenne.

The National Matt Berninger Big Red Machine Bryce Dessner Aaron Dessner Justin Vernon 

↦ Leggi anche:
Traccia: Big Red Machine (feat. Anaïs Mitchell): Latter Days
Traccia: Big Red Machine: Hymnostic
Traccia: Matt Berninger: Holes
Traccia: Matt Berninger: I’m Waiting for the Man
Traccia: Michael Stipe & Big Red Machine: No Time for Love Like Now
Traccia: The National (feat. Bon Iver): Weird Goodbyes
Traccia: The National: Hairpin Turns
Traccia: The National: Morning Dew
Traccia: The National: Never Tear Us Apart
Traccia: The National: You Had Your Soul with You

Siamo su Substack! Iscriviti per ricevere la newsletter e sapere quando pubblichiamo nuovi contenuti!