New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

...Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

Stefan Lars: Turning Grey
Incolto coltivatore

La scintilla del folk d’autore dove meno te lo aspetti.

Small Talk Stinks, cantavano i Bauhaus. E non avevano tutti i torti. Eppure è innegabile che il gossip faccia parte della vita di chiunque, e a volte risulta anche utile. Curiosando, capita di scoprire che la modella bulgara Maria Sheytanova, detta Mimi, oltre a sfilare e a essere la fidanzata di Roger O’Donnell dei Cure, sia anche una discreta videomaker. E sbirciando si scoprono talenti nascosti. È il caso di Stefan Lars, cantautore di stanza a Berlino, il cui video del nuovo singolo è stato girato proprio dalla compagna del tastierista della band di Robert Smith.

Ma, a parte le chiacchiere, il pezzo com’è?

Turning Grey si muove in territori indie folk, tra malinconia pensierosa e sonorità avvolgenti, dove gli arrangiamenti intricati e stratificati raggiungono il loro compimento in un mix che li amalgama alla perfezione, come un découpage floreale su una vecchia e solida tavola di legno. A farla da padrone è la voce calda e profonda di Stefan, ricca di sfumature ed espressività mentre canta delle domande scomode che ci si pone quando si incontra un amore apparentemente rigenerante: durerà? È un’illusione transitoria? Se il cuore è giovane, lo stesso si può dire delle rughe attorno agli occhi? Come non sprecare l’occasione per ripartire da capo? Un sentimento può davvero fermare il tempo?

A cavallo tra i Red House Painters più intimisti e il Leonard Cohen meno prevedibile, Lars potrebbe diventare la next big thing nel suo genere, se solo la gente fosse dotata di buon gusto. Altro che hipster leccati con una Martin appena comprata su Thomann: qui le cose sono fatte con pancia e cuore. Una volta tanto, spiare nella vita degli altri regala sorprese inaspettate.

Stefan Lars 

Vuoi continuare a leggere? È gratis ed è semplicissimo: iscriviti alle newsletter di Humans vs Robots!

Tutti i contenuti del sito sono disponibili gratuitamente, basta un indirizzo email. Vogliamo costruire una comunità di lettori appassionati di musica, e l’e-mail è un buon mezzo per tenerci in contatto. Non ti preoccupare: non ne abuseremo nè la cederemo a terzi.

Ricevi le newsletter di Humans vs Robots. Scrivi qui sotto la tua mail e clicca "Iscrivimi".

Nelle ultime 24 ore si sono iscritte 15 persone!