New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

Jenny Hval: Buffy
Chi è quel maiale che ha nascosto una microcamera nel lampadario?

Jenny, l’ammazzavampiri.

Dopo che tutti i nerd l’hanno sognato e sperato (vedi il nostro articolo sul geek rock), Jenny Hval – da sempre influenzata da argomenti vampireschi o quantomeno legati al sangue (vedi Blood Bitch del 2016, non a caso) – finalmente ha accontentato tutti: ha scritto una canzone su Buffy l’ammazzavampiri.

Buffy, il suo ultimo brano, inizia, come di consueto, con un’improvvisazione sul sintetizzatore, a cui si aggiungono alcune parole al volo – proprio così come vengono – sull’eroina, a partire da un esemplificativo «Questo è il motivo per cui la amo». La canzone riecheggia cupa, con la voce acuta e adorabile della Hval che taglia in modo strano e sicuro tutto ciò che di nerd potrebbe esserci. Per dirla con parole sue: «Buffy non è una canzone su una cacciatrice, una supereroina o un’icona femminista. Semmai, è una canzone sulla speranza, ma in modo discreto ed episodico. Perché per me la speranza è più piena di speranza quando è presentata in modo sottile».

La Hval è solita giocare con tematiche ipercontemporanee iperfemministe, ma – lo possiamo dire – è una delle poche che con queste cose ci sa fare, senza eccedere nelle banalità e nelle ormai piuttosto scontate derive specifiche. Un pezzo del genere ne è l’esempio eclatante: non si nasconde del tutto, ma ti chiede di darle un po’ di tempo per entrare a far parte del suo mondo misterioso. Ne vale la pena: quello rivelato non sarà proprio un universo soprannaturale, ma ti permetterà di staccarti, sognante, dalla tua quotidianità. E forse anche dai tuoi pregiudizi.

Jenny Hval 

↦ Leggi anche:
Traccia: Jenny Hval: Accident

Siamo su Substack! Iscriviti per ricevere la newsletter e sapere quando pubblichiamo nuovi contenuti!