Tracce 

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Storie 

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.
Little Destroyer: Love and Anarchy
Due lingue timide e un capello estroverso
↤ Tracce

Volevamo solo fare rock, non preoccupatevi se non siamo molto raffinati.

Little Destroyer
Love and Anarchy

Potenza, pelle e una sana spavalderia sembrano essere i tratti caratteristici di questa nuova band canadese, composta da tre elementi e guidata dalla frontwoman Allie Sheldan, piena di energia e già prontissima a infiammare i palchi in giro per il mondo.

La ragazza ha inseguito il suo sogno sin da bambina, quando per la prima volta ha iniziato a suonare il basso a scuola, e ha fondato i Little Destroyer – che finalmente riescono a pubblicare i primi singoli – proprio con gli amici d’infanzia, i fratelli Chris e Michael Weiss.

L’inizio del brano, con la batteria che parte sullo spoken di Ellie, è irresistibile, fino a esplodere nel ritornello che celebra l’amore, contrapponendolo all’anarchia, in un crescendo che prevede un mondo da bruciare e colombe da dipingere di nero.

Sporchi, ma proprio per questo incisivi. E non basta di certo il giro di basso o i sintetizzatori a portarli verso soluzioni più eleganti: solo dannato rock’n’roll, verrebbe da dire. Sarebbero la nemesi perfetta per Amyl and the Sniffers se solo oggi valesse ancora la pena creare nuove battle band.

Eccessi e look goth completano il menù in un video dove a un certo punto mi sarei aspettato di vedere spuntare nel bel mezzo della festa Riff Raff e Magenta, e magari anche il compianto Meat Loaf, a dare la loro approvazione. Ma non fa niente: sarà per la prossima volta, per ora va bene così.

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

 

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

Venus  Rock  Electro  July 2022  
Un grazie a chi ci sostiene!
Humans vs Robots parla di musica dal 2016, e cerca di farlo bene. E lo possiamo fare grazie a chi ci sostiene abbonandosi, e garantendo che articoli come questo possano essere letti da tutti.

Sei già abbonato? Accedi!

.