Tracce 

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Storie 

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.
Verdena: Scintillatore (Bambola a Gas)
Mangiar bene e sentirsi in forma
↤ Tracce

Giocattoli esplosivi recuperati in soffitta.

Verdena
Scintillatore (Bambola a Gas)

In un mondo perfetto i Verdena dovrebbero essere riconosciuti dal pubblico come una delle band rock migliori che l’Italia abbia mai partorito e riempire i palazzetti. Invece fanno parte di quella cerchia di artisti rispettati e lodati dalla critica, osannati dai fan ma che, per qualche motivo, non sono mai riuscito a raggiungere il grande pubblico. Che questo sia un peccato o meno fa parte dei discorsi da bar che lasciano il tempo che trovano, sta di fatto che ufficialmente il trio bergamasco è in stand by discografico da sette anni e ritrovarsi ora tra le mani una manciata di pezzi nuovi è quello che ogni aficionado sognava ormai anche il 30 febbraio.

Poco importa che siano degli scarti provenienti da session precedenti (da Wow, precisamente) rimaneggiati in studio per l’occasione: nel regno dei ciechi chi ha un occhio è re e la scusa della colonna sonora del nuovo film dei fratelli D’Innocenzo è un ottimo espediente per ingannare l’attesa del disco attualmente in lavorazione.

E che bell’inganno! Scintillatore (il singolo scelto per America Latina) è una sfuriata noise distorta e acida, un magma stoner che sembra essere sempre sul punto di esplodere, come se la bambola a gas del sottotitolo non aspettasse appunto altro che una scintilla(tore) per deflagrare. Questo senso continuo di tensione è la spina dorsale di un brano che, pur nella sua semplicità, risulta letale quanto basta per lasciare storditi gli ascoltatori.

Vi ricordate le (non troppo) famose Spore dei Marlene Kuntz, che nel loro essere intuitivamente grezze e senza fronzoli spesso riuscivano a surclassare anche i pezzi ufficiali? Ecco, la sensazione è questa.

Non avranno i palazzetti pieni, i Verdena, ma hanno sempre saputo (e sanno ancora) lasciare un segno.

Max Zarucchi
Max Zarucchi

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

 

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

Made in Italy  Editor's pick  Rock  February 2022  
Scrivere di musica non è facile.
Noi cerchiamo di farla mettendoci passione, ma anche competenza, cura, professionalità. Tutte cose che costano impegno… e soldi. Se apprezzi il nostro lavoro quotidiano perchè non ci sostieni diventando un abbonato?
.