Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Bambara: Mythic Love
Facce da compleanno
↤ Tracce

L’influenza del primo Nick Cave è sempre dietro l’angolo.

Bambara
Mythic Love

Quando si parla di Nick Cave, fin troppo spesso ci si dimentica di citare il primo gruppo del cantautore australiano, ovvero i mitici Birthday Party, formazione che a suo tempo è riuscita, in tre-anni-tre, a pubblicare tre-dischi-tre che hanno poi avuto un impatto pesantissimo su innumerevoli band nate nei successivi quarant’anni.

Anche parlando dell’attuale scena post-punk inglese e irlandese, si finisce spesso per citare i soliti quattro nomi – indiscusse leggende come i Gang of Four, i P.I.L. di John Lydon, gli Wire e i Fall – dimenticando l’importanza che il gruppo formato da Cave con Mick Harvey, Rowland S. Howard, Tracy Pew e Phill Calvert ha avuto e continua ad avere per molti giovani che per la prima volta imbracciano una chitarra o tengono tra le mani un microfono.

Tracce di queste influenze sono presenti anche nel nuovo singolo dei Bambara, un interessante trio newyorkese che da una decina d’anni gioca a mischiare le carte del noise con quelle del post-punk. Proprio in Mythic Love – anticipazione dell’EP Love on My Mind in uscita il 25 febbraio per Wharf Cat – tanto il ritmo incalzante quanto lo stile vocale di Reid Bateh ricordano da vicino le elettrizzanti e cupe atmosfere che si respiravano, per esempio, tra le righe di Junkyard.

Interessante notare che i Bambara arriveranno in Italia il prossimo 3 marzo come gruppo d’apertura agli IDLES, altra formazione chiaramente influenzata (guarda un po’) proprio dal debut act di Nick il Tenebroso.

↦ Leggi anche:
Nick Cave: Cosmic Dancer
IDLES: Mr. Motivator
TV Priest: Press Gang
Nick Cave & Warren Ellis: Balcony Man
IDLES: Damaged Goods
Barry Adamson: The Climber
Enola Gay: Scrappers

Luca Villa
Luca Villa

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

 

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:


Un grazie a chi ci sostiene!
Humans vs Robots parla di musica dal 2016, e cerca di farlo bene. E lo possiamo fare grazie a chi ci sostiene abbonandosi, e garantendo che articoli come questo possano essere letti da tutti.

Sei già abbonato? Accedi!


.