Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Mastodon: Teardrinker
Post-metallari imborghesiti
↤ Tracce

Lacrime e bretelle, ovvero lo sludge rock dei giorni nostri.

Mastodon
Teardrinker

Sdoganatisi, almeno per molti, dalla scena propriamente metal, i Mastodon si sono dati sempre più a un impatto più “commerciale” – come piace dire, sempre a quei molti. In fin dei conti, dopo Emperor of Sand era onestamente difficile aspettarsi nuove ritorni di fiamma nella direzione di Leviathan o altri vecchi album di culto.

Sludge rock progressivo, però, sempre. E comunque, anche se ammorbidita, è indubbio che la caratura del gruppo di Atlanta rimanga sempre alta. Troy Sanders e compagnia bella, in camicia, gilet e bretelle, sono riusciti a farsi ammirare per quello che sono diventati. E il merito – checché se ne dica – è comunque del loro talento.

Teardrinker si affina verso un tono malinconico che rintocca in un chorus radiofonico riuscitissimo. « I can see your face / And I feel the pain / And I feel the shame that I have let you down again / People everywhere / Not a drop to drink / Not a dare to think about the damage I have done ». E via con un assolino di basso che ricorda le belle tonalità di un certo Cliff Burton più punk.

Il nuovo album si intitolerà Hushed and Grim, e come sempre lo aspettiamo con trepidazione (uscita prevista a brevissimo: 29 ottobre, su Reprise Records). Perché tutto sommato, a distanza di vent’anni, difficilmente si può affermare che i Mastodon abbiano davvero mai deluso. Anche se hanno abbandonato il chiodo in favore di un nuovo look, questi baldi ex giovani post-metallari ci sanno ancora fare.

↦ Leggi anche:
Mastodon: Show Yourself

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

 

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:


E se ti abbonassi?
Pensiamo che un altro giornalismo musicale, non basato esclusivamente su news copia-e-incolla e comunicati stampa travestiti da articoli, sia possibile. Noi, almeno, ci proviamo. Per questo in molti hanno scelto di sostenerci: perchè non lo fai anche tu?

Sei già abbonato? Accedi!


.