Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Lunghi

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c'è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Questa è la sezione longform di HVSR.

Extended Play

C'è spazio per un altro giornalismo musicale, che non si alimenti solo di comunicati stampa camuffati da news, di interviste copia-e-incolla e di altri argomenti di nessuna rilevanza? Ci proviamo.

Converge (feat. Chelsea Wolfe): Blood Moon
La luna rossa e la donna lupo
↤ Tracce

Collaborazione da leccarsi i pentacoli: la lupetta converge nel metallo sotto una luna che arrossisce.

Converge (feat. Chelsea Wolfe)
Blood Moon

La band mathcore Converge stringe un sodalizio con la neosacerdotessa pagan rock Chelsea Wolfe. Tra le due metà vince la parte femminile. Il brano ha l’andatura processionale di chi si intende di tregende e baccanali. Non c’è molto rimbrotto catarroide e nemmeno l’implodere funesto dell’ulcera-duodenale attitudinale dei Convergenti di cui sopra. Qui siamo nel profondo boschivo dove si sacrificano bambini alle volpi e si incendiano i buoni propositi per l’anno nuovo, tra foglie marce e scricchiolii d’impazienza.

Blood Moon ingloba i poveri metallari di Salem, lasciando la Chelsea fare la sua illecita parata di drappi goth e perline runiche. Siamo sempre nei paraggi dello spiritualismo di ritorno, unico bug contenuto nel cavallo troiano del millennio d’avanzo. Lo scuro sound ha il tipico caglio delle produzioni sapienti e alla fine esalta una vagonata di luoghi comuni esoterici rimpastandoli e servendoli su un piatto a forma di tavoletta ouija.

La luna rossa declamata dalla Wolfe sprofonda nell’animo carminio di quei poveri signori di mezza età con i capelli a spazzola, menestrelli d’alienata metropolosità, incagliati nel bosco delle fiabe e delle streghe buone.

↦ Leggi anche:
Chelsea Wolfe: American Darkness
Chelsea Wolfe & Emma Ruth Rundle: Anhedonia

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

Scrivere di musica non è facile.
Noi cerchiamo di farla mettendoci passione, ma anche competenza, cura, professionalità. Tutte cose che costano impegno… e soldi. Se apprezzi il nostro lavoro quotidiano perchè non ci sostieni diventando un abbonato? Basta davvero poco!
.
Home
Ogni giorno una traccia che vale davvero la pena sentire
Success
La sezione longform di HvsR
Un altro sguardo sulla musica, con un aggancio all'attualità.