Tracce 

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Storie 

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.
Sharon Van Etten: Femme Fatale
Attenzione allo sguardo della femmina fatale!
↤ Tracce

A piedi nudi sulla luna.

La Femme Fatale di Sharon Van Etten si snoda su un tappeto sonoro un po’ scandalous alla Prince. Se il timbro di Nico entrava solenne e sinistro nella quiete apparente di una base semplice e pulita, creando un contrasto di luci e ombre e dettando a tutti gli effetti il tono sardonico del brano, la voce della Van Etten invece fluttua, trascinata dallo scorrere ritmico di un fondo più imponente – piano ossessivo, synth, archi e batteria – intrecciandosi con i cori di Angel Olsen sempre sul filo della dissonanza. L’incedere più lento rispetto all’originale rende questa rivisitazione di uno dei brani culto dei Velvet Underground meno affermativa e seduttiva, ma senza dubbio più ipnotica e lunare.

Si tratta di una cover che rientra nel progetto di Verve Records I’ll Be Your Mirror: A Tribute to the Velvet Underground & Nico, concepito originariamente nel 2017 con la supervisione e la produzione esecutiva del defunto Hal Willner – amico intimo di Lou Reed – stroncato dal COVID lo scorso anno. Nel tributo al disco banana spiccano tra le altre la cover di Sunday Morning (Michael Stipe), l’impavida All Tomorrow’s Parties (St. Vincent & Thomas Bartlett) e la più conforme Venus in Furs (Andrew Bird & Lucius)

«I Velvet Underground sono una parte fondamentale della storia della Verve. Il loro approccio coraggioso e la loro integrità musicale continuano a ispirare tutti noi dell’etichetta», ha dichiarato Jamie Krents, presidente della Verve Records, «Siamo stati così fortunati a collaborare con Hal Willner per rendere omaggio all’iconico primo album della band. È un onore assoluto avere ognuno di questi artisti su una registrazione Verve e speriamo che questo album trovi un posto gradito nelle collezioni di dischi dei fan dei Velvet Underground vecchi e nuovi».

Certo è che la Femme Fatale malinconica di Sharon Van Etten, anche grazie a quel ronzio che scioglie le pareti, trasporta altrove, creando istantaneamente dipendenza.

//

↦ Leggi anche:
Sharon Van Etten & Angel Olsen: Like I Used to
Angel Olsen: Shut Up Kiss Me
Jeff Ament: Safe In The Car
Sharon Van Etten: Comeback Kid
Angel Olsen: Lark
Deep Sea Diver (feat. Sharon Van Etten): Impossible Weight
Courtney Barnett (feat. Vagabon): Don't Do It
Matt Berninger: I’m Waiting for the Man