Tracce 

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Storie 

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.
Kamasi Washington (feat. Patrice Quinn): My Friend of Misery
My Kamasi of misery
↤ Tracce

Tutto il peso sulle spalle degli amici. Anche se molto lontani.

Kamasi Washington (feat. Patrice Quinn)
My Friend of Misery

Nella Metallica Blacklist, per celebrare i trent’anni del Black Album, non sono poche le chicche. Ma non ci sentiamo di sbilanciarci più di tanto ad affermare che questa di Kamasi Washington è una piccola perla. Una di quelle che sicuramente svetterà in questo ambizioso e succulento cofanetto di 50 pezzi.

Le cover, si sa, sono il più delle volte mere celebrazioni, nelle quali spesso è difficile trovare qualcosa di personale. O comunque che giustifichi lo scomodare pezzi sacri di mostri sacri. Un trucco buono in questo senso è mescolare i generi e togliersi il paraorecchie. È così che le cose buone accadono, e anche amici lontani possono diventare i compagni più generosi.

La versione di Washington di My Friend of Misery vanta un’energia pimpante, frenetica, illuminata da una batteria che toglie completamente di mente il drumming consunto del Mr. Ulrich di questi giorni (ormai imprenditore a tutti gli effetti e non più batterista) e da un pianoforte in estasi, fino ad arrivare all’assolo bruciante del sax. Interessante anche il contributo vocale di Patrice Quinn, che presiede a questa furia con una notevole freddezza, davvero molto affascinante. Hetfield ne sarebbe fiero.

A luglio, Washington ha presentato in anteprima la sua interpretazione durante uno spettacolo all’Hollywood Bowl Los Angeles. La performance includeva anche Kirk Hammett e Robert Trujillo, sebbene nessuno dei due sia poi apparso nella versione in studio. I crediti mancanti purtroppo non ci permettono di elogiare il batterista o la lineup con i nomi giusti, ma ci resta ancora la voglia di schiacciare replay a ripetizione. Bravi tutti.

↦ Leggi anche:
Metallica: Halo On Fire
Kamasi Washington: Truth
Kamasi Washington: Street Fighter Mas

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

 

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

Cover  Venus  Editor's pick  Feat!  R&B  Altra musica  September 2021  
Un grazie a chi ci sostiene!
Humans vs Robots parla di musica dal 2016, e cerca di farlo bene. E lo possiamo fare grazie a chi ci sostiene abbonandosi, e garantendo che articoli come questo possano essere letti da tutti.

Sei già abbonato? Accedi!

.