Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Lunghi

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c'è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Questa è la sezione longform di HVSR.

Extended Play

C'è spazio per un altro giornalismo musicale, che non si alimenti solo di comunicati stampa camuffati da news, di interviste copia-e-incolla e di altri argomenti di nessuna rilevanza? Ci proviamo.

Storefront Church: Us Against Us
... or another?
↤ Tracce

La rinascita del cantautorato a stelle e strisce.

Storefront Church
Us Against Us

È possibile che nel 2021 escano album con una profondità in equilibrio tra Jeff Buckley, Antony and the Johnsons e Scott Walker che possano anche fare innamorare i fan dei Radiohead meno sperimentali? Sì.

Lukas Frank, aka Storefront Church, ventisettenne nato a Pasadena – ma con domicilio californiano e animo artistico ben piantato a est – dopo qualche anno di gavetta (ha collaborato tra le altre cose con l’amica d’infanzia Phoebe Bridgers ad un brano per una serie Netflix, Godless) e un EP più che convincente, arriva oggi al debutto su lunga durata con lo splendido e stupefacente album As We Pass da cui è tratto questo singolo. Non ci sono parole adatte per descrivere fino in fondo la delicatezza pungente della sua voce che va ad incastonarsi perfettamente su un tappeto sonoro ingannevole: apparentemente semplice a un ascolto superficiale eppur talmente stratificato da regalare diverse sfumature ogni volta che lo si riascolta.

Il video che accompagna il brano – girato dallo stesso Lukas a quattro mani con il padre Scott (regista nominato all’Oscar ben noto in patria) – è il perfetto compendio che va ad amplificare il senso di rassegnazione malinconica trasmesso dalla musica, quel misto di insofferenza e angoscia che attanaglia chiunque si senta inequivocabilmente la persona sbagliata in un posto sbagliato, ritrovandosi a contemplare il nulla dell’esistere mentre attorno il mondo sembra correre inutilmente, sempre più veloce e spietato.

Il futuro del cantautorato americano – che da troppo tempo ci propinava minestre riscaldate – riparte da qui.

Max Zarucchi
Max Zarucchi

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

Un grazie a chi ci sostiene!
Humans vs Robots parla di musica dal 2016, e cerca di farlo bene. E lo possiamo fare grazie a chi ci sostiene abbonandosi, e garantendo che articoli come questo possano essere letti da tutti.
Basta davvero poco: perchè non ti abboni?
.
Home
Ogni giorno una traccia che vale davvero la pena sentire
Success
La sezione longform di HvsR
Un altro sguardo sulla musica, con un aggancio all'attualità.