Nox Novacula: Last Will and Testament
Do you sleep at night?
↤ Playlist

Nuovi pipistrelli in volo sopra Washington.

Nox Novacula
Last Will and Testament

Ormai da trent’anni, più che la città di un certo Hendrix, Seattle rappresenta nell’immaginario collettivo degli appassionati di musica la culla dalla quale è nato il grunge. Ecco dunque manifestarsi l’ennesimo gap involontario: la fantasia preconfezionata del musicofilo lo spinge inconsciamente ad associare ogni cosa che esce da quella città come l’ennesima rilettura di Even Flow o Black Hole Sun. Niente di più sbagliato.

Anche i Nox Novacula vengono dalla Città Smeraldo, ma potete scommettere che non abbiano mai indossato una camicia di flanella a scacchi nemmeno sotto tortura. Non che un certo tipo di tortura non gli piaccia, eh.

Quasi 2000 chilometri a nord dalla capitale mondiale del genere, il morbo death rock è quello che ha colpito irreversibilmente i quattro non-morti, devoti al verbo che fu scritto con il sangue dai Voodoo Church e Christian Death. In realtà a livello sonoro si avvicinano più al romanticismo elegante di alcune soluzioni in chiave Mephisto Walz bagnate nell’american goth di primi anni ‘90, ma lo spirito è tutt’altro che affine alle derive Heavenly Voices, tenendosi invece ben ancorato a stilemi riconducibili al positive punk in odore di Skeletal Family.

Nulla di radicalmente nuovo sotto la luna piena, dunque, ma sicuramente una delle cose più convincenti e piacevoli nel suo genere uscita negli ultimi mesi.

↦ Leggi anche:
The Blue Hour: Cold and Bare
Christian Death: Forgiven
Mephisto Walz: Skin 2020
Symbolism: Iced out

Max Zarucchi
Max Zarucchi

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist: