Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Lunghi

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c'è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Questa è la sezione longform di HVSR.

Extended Play

C'è spazio per un altro giornalismo musicale, che non si alimenti solo di comunicati stampa camuffati da news, di interviste copia-e-incolla e di altri argomenti di nessuna rilevanza? Ci proviamo.

The Crew: One Voice
Si può cercare di cambiare il mondo con un vaffanculo di qua e un vaffanculo di là
↤ Tracce

Rimastoni punk dagli anni Novanta riuniti per una giusta causa.

The Crew
One Voice

A metà anni Novanta, in ogni festa delle superiori che si rispettasse non potevano di certo mancare due canzoni. Bro Hymn dei Pennywise e Time Bomb dei Rancid, vale a dire due tracce diventate con il tempo dei classici e incise da due gruppi che all’epoca erano tra quelli che vendevano di più. Due formazioni che, in un modo o nell’altro, hanno portato il punk rock e l’hardcore californiano alle più alte vette delle classifiche di tutto il mondo.

Ora che ormai il punk è scomparso dai radar, i componenti delle rispettive band hanno senz’altro meno paletti da rispettare e possono prendere pezzi di altri gruppi in prestito senza il rischio di far rimaner male proprio nessuno.

È successo recentemente con i Crew, supergruppo hardcore punk che vede tra le sue fila Tim Armstrong e Matt Freeman dei Rancid, Fletcher Dragge e Byron McMackin dei Pennywise e un personaggio glorioso che ha ispirato, e non poco, tutti questi artisti, Mike Muir dei Suicidal Tendencies.

Insieme hanno inciso One Voice, inno nato e finito, di quelli che avremmo sparato a palla sugli stereo di quelle feste delle quali parlavamo prima. La causa è pure una di quelle più giuste, cioè dare a dei giovani ragazzi una propria voce attraverso la musica, fornendo loro non solo strumenti musicali ma anche professori competenti in grado di guidarli.

E a far sentire la loro voce ci pensano proprio alcuni di questi adolescenti che hanno inciso One in a Million, tributo a un loro amico ucciso in una sparatoria, che sarà pubblicato come lato B di questo singolo, la cui uscita è prevista per la prima settimana di luglio su Stay Free Recordings.

↦ Leggi anche:
Rancid: Ghost Of A Chance

Luca Villa
Luca Villa

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

Un grazie a chi ci sostiene!
Humans vs Robots parla di musica dal 2016, e cerca di farlo bene. E lo possiamo fare grazie a chi ci sostiene abbonandosi, e garantendo che articoli come questo possano essere letti da tutti.
Basta davvero poco: perchè non ti abboni?
.
Home
Ogni giorno una traccia che vale davvero la pena sentire
Success
La sezione longform di HvsR
Un altro sguardo sulla musica, con un aggancio all'attualità.