Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Maat': The Balance
Senza trucchi né inganni
↤ Tracce

Come un tornado in punta di piedi.

Maat'
The Balance

Spesso la vita ha percorsi particolari, strade che superano totalmente i concetti prefabbricati delle tappe fondamentali da percorrere o dell’ogni cosa a suo tempo. Ci si può dunque ritrovare in studio a registrare qualcosa di nuovo e personale anche dopo gli anta, cosa che può portare dei vantaggi non indifferenti. Certo, probabilmente mancherà l’impeto adolescenziale, ma diventeranno preponderanti altri fattori ugualmente affascinanti.

Come l’eleganza. Questo è l’aggettivo che più si adatta al singolo di debutto di Maat’ – all’anagrafe Silvia Pellegri – professionista con una carriera ultradecennale alle spalle che ha deciso (finalmente) di dare libero sfogo alle sue influenze nella composizione ed esecuzione dei brani.

In The Balance troviamo un’artista matura, in grado di creare atmosfere sognanti e incisive senza mai strafare, nella tradizione del Sylvian più ispirato. Echi di trip hop si mescolano con intuizioni alla Brian Eno mentre la voce di Silvia – vero perno su cui gira il pezzo – dipinge strati di emozioni sempre più intense, in un crescendo emotivo talmente efficace da lasciare senza parole.

Anzi, una domanda sorgerebbe spontanea: perché non lo ha fatto prima? Meglio tardi che mai, comunque: perdere l’occasione di far ascoltare al pubblico (probabilmente non oceanico ma sicuramente attento ed esigente) brani con interpretazioni di questo calibro sarebbe stato un crimine imperdonabile.

Max Zarucchi
Max Zarucchi

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

 

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:


E se ti abbonassi?
Pensiamo che un altro giornalismo musicale, non basato esclusivamente su news copia-e-incolla e comunicati stampa travestiti da articoli, sia possibile. Noi, almeno, ci proviamo. Per questo in molti hanno scelto di sostenerci: perchè non lo fai anche tu?

Sei già abbonato? Accedi!


.