Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Lunghi

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c'è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Questa è la sezione longform di HVSR.

Extended Play

C'è spazio per un altro giornalismo musicale, che non si alimenti solo di comunicati stampa camuffati da news, di interviste copia-e-incolla e di altri argomenti di nessuna rilevanza? Ci proviamo.

Show Me the Body: Survive
L'aplomb prima di tutto
↤ Tracce

Punk hardcore da autodifesa.

Show Me the Body
Survive

Sopravvivere ai tempi che corrono. Anche se la Grande Mela non è più quella tough di una volta, il cosiddetto social decay è sempre un argomento alle porte di ogni discorso che possa ancora definirsi punk hardcore. D’altronde, l’epidemia di COVID non è stata di sicuro una passeggiata nemmeno da quelle parti.

Le premesse affinché Survive abbia il suo perché, quindi, ci sono tutte e in ogni caso gli Show Me the Body non sono mai stati esenti da argomentazioni valide. Il trio hardcore torna dunque ad affrontare un discorso esplosivo fatto di autoconsapevolezza e ridefinizione personale. Non ultima, quella della forma fisica. E non ultimo, ancora una volta, un certo retaggio sonoro tanto punk sbarazzino quanto memore di certo sludge metal più rumoroso.

Cashwan Pratt è un personaggio mica male: in questo brano firma sia il testo che il video stesso, fornendo una visione performante di allenamenti fisici Rocky-style e lezioni di autodifesa personale. «I never cry watching pigs die» è l’incipit del pezzo che dà il titolo al nuovo EP della formazione americana – seguito di quel Dog Whistle del 2019 – e basterebbe questo per testimoniare come da queste parti non si abbia intenzione di lasciarsi andare a troppi giri di parole.

Durante la pandemia, la band ha stabilito un quartier generale per la propria comunità CORPUS, spiegando: «Con il nostro team, abbiamo fondato la CORPUS Family, un ramo del CORPUS focalizzato su iniziative comunitarie, il Burning World Book Club, una raccolta di vestiti e una residenza in studio. Stiamo preparando iniziative di autodifesa CORPUS e jam session aperte non appena la sicurezza lo consentirà». Nessuno si sarebbe aspettato che il mondo potesse finire in uno stato di tale debolezza. Ancora una volta, però, l’hardcore East Coast sembra offrire sia muscoli che soluzioni pratiche.

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

E se ti abbonassi?
Pensiamo che un altro giornalismo musicale, non basato esclusivamente su news copia-e-incolla e comunicati stampa travestiti da articoli, sia possibile. Noi, almeno, ci proviamo. Per questo in molti hanno scelto di sostenerci: perchè non lo fai anche tu? Basta davvero poco!
.
Home
Ogni giorno una traccia che vale davvero la pena sentire
Success
La sezione longform di HvsR
Un altro sguardo sulla musica, con un aggancio all'attualità.