Tragic Black: Dancing with Death
Gente quasi raccomandabile
↤ Playlist

Allegria a modo loro, per i dovuti festeggiamenti di compleanno.

Tragic Black
Dancing with Death

Agli inizi degli anni Duemila internet era ancora orfano di qualsivoglia social o streaming e per le nuove band uno dei pochi modi per farsi conoscere erano le recensioni sulle netzines. Uno spiraglio di luce lo aveva dato mp3.com, a suo tempo portale dove gli artisti potevano creare una pagina personale caricando una manciata di file audio (alcuni di loro pubblicarono anche dei CD veri sotto licenza mp3.com) e una bio. Se poi eri un feticista del formato fisico, contattavi la band tramite email e spedivi tot dollari – ben nascosti in una busta – sperando arrivassero.

Nello stesso periodo si era alzata un'ondata revival per il death rock: trainate dalla popolarità dei Cinema Strange, erano state molte le band che avevano cercato di ricalcarne le orme.

Proprio da un server di mp3.com geolocalizzato nello Utah erano spuntati i Tragic Black, vera e propria band di culto, fautrice di un approccio al genere scarno e abrasivo, figlio delle soluzioni meno glamour in materia. Sembra ieri che ascoltavamo per la prima volta Contortionist Conformist, ma sono passati già vent'anni.

In occasione dell'anniversario, vISION e compagnia pubblicano un nuovo brano che ci ricorda perché i Tragic Black furono amati così tanto nell'underground dei crestati nerovestiti: nonostante i suoni si siano fatti più puliti e gli arrangiamenti meno grezzi, la band ha sempre avuto quella caratteristica fondamentale dell'essere riconoscibile al primo ascolto. Dancing with Death è un pezzo godibile, d'impatto, che suona classico senza risultare banale: la giusta candelina con cui bruciare bambole voodoo per festeggiare la band di Surreal Catharsis. Mille di questi giorni!

Max Zarucchi
Max Zarucchi

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist: