Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Lunghi

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c'è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Questa è la sezione longform di HVSR.

Extended Play

C'è spazio per un altro giornalismo musicale, che non si alimenti solo di comunicati stampa camuffati da news, di interviste copia-e-incolla e di altri argomenti di nessuna rilevanza? Ci proviamo.

Paige Emery: Tangible Illusions
Allegra ma non troppo
↤ Tracce

Nuova luce elettronica in fondo a un vicolo non più cieco.

Paige Emery
Tangible Illusions

Se ci si potesse ispirare alle diverse correnti che hanno portato a cavallo dei ‘50 e ‘60 alla nascita del free jazz, verrebbe voglia di coniare un neologismo – free electro.

Perché non ci sarebbe altro modo per descrivere a parole il lavoro di Paige Emery, artista multimediale losangelina che con il nuovo brano Tangibile Illusions dipinge paesaggi sonori all’apparenza inafferrabili, ma che in realtà esplodono in tutta la loro magnificenza appagando sensi e istinti.

La ricerca di una forma sonora slegata da qualsivoglia regola scritta e non, trova una propria estensione naturale nel videoclip che accompagna il brano – rigorosamente DIY – filmato con il telefono nel corso dei numerosi viaggi in posti inconsueti e solitari che la nostra ha intrapreso durante la composizione dei brani. Un’esperienza multisensoriale in cui video e musica trovano la loro sublimazione solo se assimilati contemporaneamente, ma che lasciano comunque spazio a vette espressive anche solo posandosi esclusivamente sulla parte audio.

Di certo non un brano da lasciare in sottofondo, bensì qualcosa da vivere lasciando a briglie sciolte sensi e nervi. Un singolo straniante e affascinante che ridà fiducia a coloro che vedono la musica elettronica ormai in fondo a un cul-de-sac. Non lo è: basta saper scavalcare i muri.

Max Zarucchi
Max Zarucchi

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

E se ti abbonassi?
Pensiamo che un altro giornalismo musicale, non basato esclusivamente su news copia-e-incolla e comunicati stampa travestiti da articoli, sia possibile. Noi, almeno, ci proviamo. Per questo in molti hanno scelto di sostenerci: perchè non lo fai anche tu? Basta davvero poco!
.
Home
Ogni giorno una traccia che vale davvero la pena sentire
Success
La sezione longform di HvsR
Un altro sguardo sulla musica, con un aggancio all'attualità.