New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

Absolute Body Control: Invisible Touch
Andiamo a letto?

Absolute Body Control
Invisible Touch

Il siero della vita eterna passa da un cavo cannon ricoperto di plastica.

Spesso quando le persone si trovano di fronte a un quadro di Lucio Fontana reagiscono come Remo e Augusta Proietti nell’episodio Le vacanze intelligenti (parte del film Dove vai in vacanza?), che vedeva un grandissimo Alberto Sordi sottolineare il distacco tra un certo tipo di arte e la massa.

Il problema sta sempre nel saper contestualizzare le cose, dando loro il giusto riconoscimento storico e soprattutto inserendole in un percorso culturale ed evolutivo. Per quello Fontana risulta rivoluzionario per i veri appassionati d’arte e un cialtrone per la massa: semplicemente non viene capito, mentre ad esempio la genialità di una Cappella Sistina è visibile a chiunque, rendendola un’opera d’arte popolare, quindi – abbreviando – pop.

Il nuovo brano dei seminali Absolute Body Control non è per nulla pop ma è semplice. Di quelli che potrebbero far dire all’ascoltatore casuale: “beh che ci vuole? Lo farei anche io”. La differenza però la fa non il cosa, ma il come. Perché nella teoria fare un taglio su una tela è tecnicamente facile quanto creare un brano electro con strumenti analogici, fatto di due note, voce monocorde e midtempo battuto da una Boss DR-55. Dargli spessore artistico è ciò che differenzia Fontana (nel primo caso), Dirk Ivens ed Eric Van Wonterghem dagli altri.

Il ritorno discografico dei leggendari alfieri dell’EBM è letale: lento, magmatico, ipnotico e ossessivo, il brano si fa strada lentamente tra le sinapsi annichilite dando loro il colpo di grazia a botte di distorsioni analogiche. Il duo belga in quarant’anni non ha mai sbagliato un pezzo, mandando a quel paese i trend del momento e continuando a tracciare il proprio solco sonoro dentro il quale si sono gettati, come assetati nel Gange, decine di emuli che mai sono riusciti a eguagliarne inventiva ed efficacia.

Absolute Body Control 

Siamo su Substack! Iscriviti per ricevere la newsletter e sapere quando pubblichiamo nuovi contenuti!