Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Lunghi

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c'è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Questa è la sezione longform di HVSR.

Extended Play

C'è spazio per un altro giornalismo musicale, che non si alimenti solo di comunicati stampa camuffati da news, di interviste copia-e-incolla e di altri argomenti di nessuna rilevanza? Ci proviamo.

Billy Nomates: Heels
Patatina... m'hai provocato e io te distruggo.
↤ Tracce

Nuova no wave da Bristol ne abbiamo?

Billy Nomates
Heels

Tor Maries, che si fa chiamare Billy Nomates (nomignolo che i bambini inglesi affibbiano agli amichetti più stronzi), è la new sensation che in molti stavano aspettando.

Giovanissima, di Bristol, canta nel nuovo disco degli Sleaford Mods e ha debuttato lo scorso anno con un album omonimo che vale ben più di un distratto ascolto. Su basi che hanno molto in comunque con quelle su cui Jason Williamson semina veleno riguardo alla sua amata/odiata Inghilterra, la Maries crea pezzi irriverenti e sarcastici che non hanno eguali nell’attuale panorama musicale.

↦ Leggi anche:
Sleaford Mods: B.H.S.
Sleaford Mods: Second
Sleaford Mods: Shortcummings

Se poi ci aggiungete che dietro al tagliente suono della nuova Heels – singolo che preannuncia il nuovo EP in uscita il 5 marzo – c’è quel vecchio volpone di Geoff Barrow (ricordate i Portishead, no?), è facile comprendere quanto la proposta di questa giovane artista inglese sia davvero imperdibile.

Con i testi sotto mano, ascoltandola attentamente, l’impressione è quella di essere di fronte a una specie di Patti Smith, cresciuta tra fish and chips e una grande voglia di sputare in faccia al suo ascoltatore le sue verità. Non è poco, se ci pensate.

Com’è che si dice in questi casi? Ne risentiremo parlare, statene certi.

Luca Villa
Luca Villa

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

Un grazie a chi ci sostiene!
Humans vs Robots parla di musica dal 2016, e cerca di farlo bene. E lo possiamo fare grazie a chi ci sostiene abbonandosi, e garantendo che articoli come questo possano essere letti da tutti.
Basta davvero poco: perchè non ti abboni?
.
Home
Ogni giorno una traccia che vale davvero la pena sentire
Success
La sezione longform di HvsR
Un altro sguardo sulla musica, con un aggancio all'attualità.