Silent Skies: Here Comes the Rain Again
"Questo tempo va all'acqua..."
↤ Playlist

Un silenzio del cielo che tranquillizza e non inquieta.

Silent Skies
Here Comes the Rain Again

Silent Skies è il nome di un progetto che vede coinvolti il frontman degli Evergrey, Tom S. Englund, e il pianista di formazione classica Vikram Shankar. Il primo è un massiccio e romantico gentiluomo con capelli e pizzetto pennellati del nero del gatto di Poe, l’altro sembra più un malarico poeta uscito da un racconto di Rudyard Kipling. D’altra parte, Englund è un musicista affermato e Vikram solo un talentuoso spasimante nessuno, reo di aver caricato su YouTube una propria rilettura di un pezzo della progressive metal band svedese: Distance. Il cantante ha ascoltato la versione di Shankar, qualcosa è scattato dentro di lui e il seme di questa romantica storia creativa ha condotto all’uscita di un singolo dal titolo Horizons e, dopo un solo anno al fresco Satellites, da cui è tratta questa Here Comes the Rain Again, altro pamphlet acustico ideale per le giornate alluvionali di questo inverno inchiavardato.

Il pezzo è un assaggio interessante dell’intero album. Lo è perché mette in primo piano l’aspetto più bruciante e sensibile dei Silent Skies. Il brano è una dichiarazione d’amore alle intemperie della vita, oltre che all’originale degli Eurythmics, con voce e tastiere che salgono come una marea, a ritroso lungo i pendii delle cime tempestose della nostra esistenza travagliata. Il piano e gli arrangiamenti cullano il cuore mentre Englund accenna un percorso melodico dimesso, ma senza spasmi o arzigogoli tracheali.

Per la prima volta il silenzio del cielo non trasmette alcun senso di rifiuto ma una quiete che ascolta con noi, la pioggia cadere ancora una volta.

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist: