Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Lunghi

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c'è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Questa è la sezione longform di HVSR.

Extended Play

C'è spazio per un altro giornalismo musicale, che non si alimenti solo di comunicati stampa camuffati da news, di interviste copia-e-incolla e di altri argomenti di nessuna rilevanza? Ci proviamo.

Gary Numan: Intruder
Mad Max mi fa una pippa
↤ Tracce

Il ritorno del cyborg senza età.

Gary Numan
Intruder

Gary Numan ha 63 anni e fa questo mestiere da 44. Come i gatti in fila per sei col resto di due.

Noto per le quattro dita di cerone in volto a coprire le cicatrici dell’acne e gli occhi cerchiati di nero, ha cominciato a perdere capelli sin da giovane ma a differenza di molti suoi colleghi non ha mai nascosto di essere ricorso più volte a trapianti e parrucche. Escamotages estetici che per molti possono essere discutibili ma di sicuro hanno avuto un effetto evergreen sulla sua immagine.

Allo stesso modo, Gary è riuscito a rinnovarsi più volte lungo la carriera, magari non raggiungendo più le vette compositive e il successo in classifica di classici come Cars o Down in the Park, ma continuando a incuriosire e appassionare sia i fan di vecchia data sia le nuove leve che si sono avvicinate a lui in varie fasi del suo percorso, il tutto senza mai perdere davvero di vista il succo della questione: qualsiasi cosa abbia fatto – seppur nuova o diversa – ha (quasi) sempre suonato terribilmente Numan.

Il discorso vale anche per questa Intruder, figlia legittima dell’approccio più industrial che ha sposato nell’ultimo decennio, dove – tra strizzate d’occhio a Reznor e Zombie – il suo trademark sonico la fa comunque da padrone regalandoci il solito – prevedibile, ma egualmente irresistibile – refrain che si incolla in testa senza andarsene più.

Niente male per un vecchietto con la sindrome di Asperger.

Max Zarucchi
Max Zarucchi

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

E se ti abbonassi?
Pensiamo che un altro giornalismo musicale, non basato esclusivamente su news copia-e-incolla e comunicati stampa travestiti da articoli, sia possibile. Noi, almeno, ci proviamo. Per questo in molti hanno scelto di sostenerci: perchè non lo fai anche tu? Basta davvero poco!
.
Home
Ogni giorno una traccia che vale davvero la pena sentire
Success
La sezione longform di HvsR
Un altro sguardo sulla musica, con un aggancio all'attualità.