Tracce 

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Storie 

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.
Psycho Kinder (feat. Celery Price): Tape 5
Psycho Kinder, qu'est-ce que c'est, fa-fa-fa-fa-fa-fa-fa-fa-fa
↤ Tracce

Un viaggio infinito alla ricerca di un suono che è dentro di noi.

Sono dieci anni che Alessandro Camilletti, alias Psycho Kinder, lavora senza sosta nell’underground sonoro alla ricerca di una forma musicale che sia espressione massima di ciò che ha dentro. E come ogni cosa che nasce da un bisogno personale, il percorso stilistico spesso prende strade inaspettate raggiungendo traguardi qualitativi molto alti quando uno meno se lo aspetta: a volte basta solo un’intuizione, una collaborazione, uno scambio di idee.

È il caso di questa (Tape 5), tratta dall’ultimo album Epigrafe, che vede la presenza “dei” Celery Price, nome storico noto ai feticisti dell’industrial italiano più nascosto e ricercato.

Siamo in territori nettamente sperimentali – tra ambient, richiami industrial, soundscape e spoken word – dove il brano è privo di qualsivoglia forma musicale pop ed è invece il tramite per creare un’atmosfera che spenga parti del nostro cervello attivandone altre solitamente lasciate sopite. Un vero e proprio viaggio a occhi chiusi dove il lavoro di cesellatura e scelta dei suoni di Psycho Kinder riesce a essere completamente efficace, appagando i sensi in maniera totale.

Non proprio una cosa per tutte le orecchie, ma non importa: chi ama queste sonorità qui si sentirà a casa.

Psycho Kinder (feat. Celery Price)