Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Burial (feat. Four Tet & Thom Yorke): Her Revolution / His Rope
Peek-a-boo!
↤ Tracce

Rifugi di spettri elettronici fatti in mille pezzi, ma di nuovo tirati a lucido.

Burial (feat. Four Tet & Thom Yorke)
Her Revolution / His Rope

Torna a sorpresa una delle collaborazioni più intriganti del panorama dell’elettronica sperimentale. Burial e Thom Yorke, di nuovo culo e camicia con Four Tet – proprio come nel 2011 – per tirare fuori dal cilindro un’altra doppia gemma.

Si è parlato spesso di fantasmi, al cospetto delle apparizioni di questi giganti della produzione brit del pop elettronico colto, e ritrovarceli di fronte certo non spaventa, anzi: sembra una piccola manna dal cielo, anche se non tutto quello che sentiamo è totalmente nuovo. La sezione di His Rope, per esempio, rispolvera Fostercare, un vecchio pezzo dello stesso Burial, in una tonalità più eterea e radioheadiana, ma perfettamente in linea con il matrimonio (a tre) in atto.

↦ Leggi anche:
R.E.M. & Thom Yorke: E-Bow the Letter
Thom Yorke (feat. Radiohead): Creep (Very 2021 RMX)
Radiohead: If You Say the Word
Radiohead: Burn The Witch
Radiohead: I Promise
Madlib & Four Tet: Hopprock
Peter Frampton Band: Reckoner

Il resto va a sconfinare nei territori di Basinski (sempre i più adatti per una cauta caccia alle ombre e agli spettri). Parliamo di atmosfere che rimandano ai suoi vecchi loop disintegrati, che allontanano il tutto da quella mistura alternative dance mista a IDM che aveva caratterizzato la collaborazione di dieci anni fa.

Bella fortuna per Phonica, il negozio di dischi a Londra che pare aver ricevuto le copie fisiche di questo vinile di XL Recordings in edizione super limitata. Subito finite, ovviamente. Segno dei tempi che sono, o che furono, o che forse saranno.

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

 

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:


E se ti abbonassi?
Pensiamo che un altro giornalismo musicale, non basato esclusivamente su news copia-e-incolla e comunicati stampa travestiti da articoli, sia possibile. Noi, almeno, ci proviamo. Per questo in molti hanno scelto di sostenerci: perchè non lo fai anche tu?

Sei già abbonato? Accedi!


.