Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Lunghi

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c'è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Questa è la sezione longform di HVSR.

Extended Play

C'è spazio per un altro giornalismo musicale, che non si alimenti solo di comunicati stampa camuffati da news, di interviste copia-e-incolla e di altri argomenti di nessuna rilevanza? Ci proviamo.

Sin Oma: The Other Woman (Phantom Version)
Quando l'abito non fa il monaco
↤ Tracce

Ossimori dell’Anno Domini 2020: il deathrock è vivo.

Sin Oma
The Other Woman (Phantom Version)

Pochi mesi fa è uscito un libro fondamentale per gli amanti del deathrock americano. Phantoms: The Rise of Deathrock from the LA Punk Scene è un tomo di 630 pagine imprescindibile per chiunque viva a pane, 45 Grave e compagnia mortifera. Durante la festa di presentazione ad alcuni avventori sono state donate una decina di lacche (meglio conosciute oggi come lathe cuts) in 7” con un brano inedito di una band emergente: Sin Oma.

In realtà dietro quel nome si cela un personaggio noto nell’underground losangelino: Michael Isaak. Già a capo dell’etichetta Sacred Hands, è qui accompagnato dai suoi fidi collaboratori (Mi Gas, Arnold Gaza, Ellisiv L. Berg) e da due ospiti d’eccezione: Gitane Demone e Rikk Agnew, due pilastri del deathrock americano, entrambi membri fondamentali di due formazioni seminali ma ben distinte dei Christian Death che da qualche anno sono coppia fissa sia sul palco sia nella vita privata.

The Other Woman non tradisce le aspettative date dalle presentazioni: una composizione sinistra e malata, tra ritmiche tribali, basso ipnotico in primo piano, la chitarra acida di Agnew a dipingere acquarelli horrorifici sullo sfondo mentre le voci di Gitane (che più passano gli anni più acquista sfumature sempre più interessanti) e Michael (uno Steven Victor Rawlings dei Danse Society sotto anestetici) si incrociano dando vita a un sabba infernale che mieterà non poche vittime nelle piste da ballo zeppe di nerocrestati. Non un’operazione amarcord ma la visione di ciò che questo sub-genere dovrebbe essere oggi. Un ottimo antipasto in attesa dell’album vero e proprio in uscita la prossima primavera.

Il brano sarà ripubblicato a settimane su un 7” vero e proprio ed è stato reso disponibile su YouTube in esclusiva per HvsR.

Max Zarucchi
Max Zarucchi

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

E se ti abbonassi?
Pensiamo che un altro giornalismo musicale, non basato esclusivamente su news copia-e-incolla e comunicati stampa travestiti da articoli, sia possibile. Noi, almeno, ci proviamo. Per questo in molti hanno scelto di sostenerci: perchè non lo fai anche tu? Basta davvero poco!
.
Home
Ogni giorno una traccia che vale davvero la pena sentire
Success
La sezione longform di HvsR
Un altro sguardo sulla musica, con un aggancio all'attualità.