Tracce 

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Storie 

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.
Eddie Vedder: Cartography
Che dite, ci facciamo un giro in montagna nel weekend?
↤ Tracce

Un ben noto cantante che riesce ancora a toccare i cuori. Anche quando non canta.

A metà anni Sessanta, Jim Whittaker, primo americano ad aver raggiunto la vetta dell’Everest, scalò con Bob Kennedy una montagna intitolata al noto fratello di quest’ultimo: JFK. Dopo cinquant’anni, la stessa impresa è stata ritentata dai figli del primo team, tra cui Bobby Whittaker – manager dei Mudhoney.

Tutto questo è ben raccontato in Return to Mount Kennedy, documentario di Eric Becker che sta girando i festival cinematografici da oltre due anni (avrebbe dovuto esserci anche una tappa italiana a metà marzo, annullata per l’emergenza sanitaria in atto).

↦ Leggi anche:
Pearl Jam: Can't Deny Me
Pearl Jam: Dance of the Clairvoyants
The White Buffalo: Fantasy
Olivia Vedder (feat. Eddie Vedder & Glen Hansard): My Father's Daughter
Flag Day: un batterista italiano nella colonna sonora del nuovo film di Sean Penn
Eddie Vedder for President

Lo score di questo documentario tra politica, alpinismo e riflessioni sull’ecologia è stato curato dal frontman dei Pearl Jam che a questo giro ha deciso di puntare su scarne tracce strumentali acustiche. Cartography – disponibile da qualche giorno sul web e in vinile 7” per Sub Pop – riesce bene a fotografare quanto si vede nel film e farci immergere in un’atmosfera di pura libertà, sonora quanto emotiva.

Certo, Eddie Vedder, in termini di maestria con chitarra, non sarà Neil Young e questa canzone non è paragonabile ai capolavori incisi dal Loner canadese nella colonna sonora di Dead Man, ma rimane certamente un bel sentire. Ancora meglio il lato B del singolo, dove il chitarrista degli Yeah Yeah Yeahs remixa lo strumentale aggiungendo alla musica il discorso di Bob Kennedy sulla morte di Martin Luther King.

Pura emozione.

Eddie Vedder